A Tu per Tu con Luca Giusti, Allenatore Cortona Camucia

Il tecnico Giusti, reduce dal successo di Castelnuovo : "nel secondo tempo siamo venuti fuori, ci abbiamo creduto fino in fondo ed alla fine abbiamo portato a casa una vittoria meritata".
07.02.2018 18:00 di Antonio Bruno  articolo letto 528 volte
Fonte: Ufficio Stampa Cortona Camucia, Stefano Bertini.
A Tu per Tu con Luca Giusti, Allenatore Cortona Camucia

Il giornalista Stefano Bertini, addetto stampa del Cortona Camucia, ci riporta l'emozioni e la decisione di Mister Luca Giusti, a risalire la classifica, con la squadra.

_ Luca Giusti, è arrivata un’ altra vittoria in trasferta contro una squadra dal potenziale offensivo piuttosto notevole. Ad un primo tempo di sofferenza è seguita una ripresa di spessore. Vittoria meritata?

_ Sabato è stata una partita molto difficile contro la Castelnuovese perché è un’ ottima squadra con un gran potenziale offensivo, Angelotti, Iacuzio, Salinardi …. una squadra con un gran potenziale che fra le mura amiche aveva vinto diverse partite. Nel primo tempo c’ ha fatto soffrire, nella prima mezz’ ora, poi abbiamo cambiato qualcosa a livello tattico e già negli ultimi minuti del primo tempo sono stati meno pericolosi, mentre prima avevano avuto due/tre occasioni per passare in vantaggio e siamo stati un pizzico fortunati, ma nel secondo tempo siamo venuti fuori e con il cambio ad inizio ripresa c’ è stata la svolta. Abbiamo creato tanto, anche se siamo stati imprecisi e non si possono creare sempre cinque occasioni nitide a partita. C’ abbiamo creduto fino in fondo ed alla fine abbiamo portato a casa una vittoria meritata perché loro sono stati molto pericolosi nel primo tempo creando quelle due/tre occasioni di cui prima, mentre noi ne abbiamo create cinque più due goal annullati dubbi.

_ La mossa a sorpresa è stato l’ inserimento di Catalin Petica nella ripresa che ha disputato una buona partita, entrando subito nel match. Pensi di riproporlo anche nelle prossime partite?

_ Per quanto riguarda Petica, si è messo umilmente a disposizione e si è allenato bene, ho aspettato il momento per inserirlo perché dal primo allenamento mi è piaciuto subito. E’ un ragazzo che potrò prendere in considerazione anche in futuro, perché domenica il suo ingresso ci ha dato molta verve. Lo terrò in considerazione insieme a Nandesi che domenica non è stato molto fortunato, avendo svolto un solo allenamento in settimana. Sono ragazzi molto validi che potranno dare un prezioso apporto.

_ Dal primo minuto ha esordito Pilleri. Come valuti la sua prova?

_ Per quanto riguarda Pilleri, è un buon giocatore che sarà importante per noi, lo ha dimostrato nell’ arco della partita anche sabato: grossa spinta, buon piede, è stato molto bravo anche nella fase difensiva, è un altro giocatore di un certo livello che si aggiunge alla rosa .

_ Domenica arriva il Firenze Ovest, che, nello scorso turno, a sorpresa ha perso in casa con l’ Olimpia Palazzolo. Una squadra da affrontare con le molle, che vorrà riscattare la sconfitta di domenica. Cosa temi di questa squadra?

_ Domenica arriva una squadra difficile da affrontare, che non gioca come il Pontassieve o la Rufina, molto concreta e che fino all’ ultimo turno aveva la miglior difesa del campionato; domenica gli mancavano due/tre giocatori importanti e ne hanno risentito. Dovremo stare molto attenti, è una partita che temo particolarmente perché cercheranno di sfruttare le occasioni che gli capiteranno ed in questo sono molto bravi, subiscono poco e noi dovremo essere ancora più bravi perché è una partita molto insidiosa anche se cercheremo di fare sicuramente del nostro meglio.

_ Situazione infortunati? Per quanto ne avranno ancora Tanganelli e Guerri?

_ Tanganelli, fino al 18 marzo, quando si ferma il campionato per due domeniche, sarà difficile recuperarlo. Spero di averlo a disposizione dopo Pasqua e sarà un rientro molto importante. Stesso discorso per Guerri, un infortunio meno grave, ma in ogni caso ci vorrà un mesetto. Una settimana già l’ ha fatta, un’ altra dovrà stare fermo ed un paio di settimane saranno necessarie per rimettersi in condizione. Comunque, sono contento della rosa e dei giocatori che ho a disposizione, sperando di avere meno infortuni possibili.