Serie C Femminile : ACF Arezzo vs Bologna Calcio Femminile 1 - 1

17.11.2019 18:57 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: Ufficio Stampa ACF Arezzo, Riccardo Buffetti
Serie C Femminile : ACF Arezzo vs Bologna Calcio Femminile 1 - 1

ACF Arezzo vs Bologna : 1 - 1

A.C.F. Arezzo: Antonelli, Cartarasa, Orsi, Razzoli, Mencucci, Arzedi, Baracchi (90’ Pieri), Verdi (79’ Pesci), Gwiazdowska, Mazzini, Paganini. A disposizione: Ruotolo, Carleschi, Gonzi, Celi. Allenatore: Antonio Paduano

Bologna: Bassi, Cattaneo (45’ Giuliano), Mingardi (75’ Hassanaine) , Pacella, Simone, Rambaldi, Sciarrone, Arcamone (62’ Racioppo), Schipa (75’ Perugini), Minelli (85’ Pallotta), Zanetti. A disposizione: Becchimanzi, Berselli, Patelli, Racioppo Serena. Allenatore: Michelangelo Galasso

Marcatori: 5’ Rambaldi (Bo) 25’ Paganini (Ar)

AREZZO- Rimandata la prima vittoria stagionale casalinga dell’Arezzo Calcio Femminile che contro il Bologna non riesce ad andare oltre al pareggio. In un terreno di gioco appesantito dall’abbondante pioggia caduta nel nostro territorio negli ultimi giorni, le ragazze amaranto prima vanno sotto nel risultato, poi recuperano con la rete di Paganini e colpiscono due traverse.

Le Formazioni. A Rigutino va in scena la gara fra Arezzo e Bologna valida per la sesta giornata del Campionato di Serie C. Mister Antonio Paduano, senza le infortunate Carleschi e Zeghini, conferma il modulo con cui settimana scorsa ha ottenuto i primi tre punti stagionali e fa esordire dal primo minuto Cartarasa mentre l’allenatore del Bologna, Michelangelo Galasso, si affida alla sicurezza della coppia centrale formata da Pacella e Simone e si affida a Schipa e Minelli per finalizzare le giocate offensive.

Arezzo-Bologna. I primi minuti di gioco sono all’insegna dello studio: le due squadre evitano di alzare il baricentro e provano a fraseggiare orizzontalmente. Ma da un errore di valutazione della retroguardia aretina Rambaldi, con precisione chirurgia, è brava a scoccare dal limite dell’area di rigore una conclusione che s’infila nell’angolino alla destra di Antonelli e porta in vantaggio il Bologna (5’). L’Arezzo, incassato il colpo, si carica sulle spalle la responsabilità di capovolgere la gara e inizia un pressing costante sui portatori di palla avversari, questo modo di giocare costa caro alla formazione ospite che si vede costretta più di una volta a lanciare il pallone in avanti. Al venticinquesimo (25’) la squadra di casa pareggia l’incontro: punizione dalla destra calciata a rientrare da Gwiazdowska, Bassi respinge corta con i pugni direttamente sul destro di Paganini che lascia partire un tiro di collo pieno sotto la traversa che vale il gol del pareggio e il secondo sigillo in campionato del centroavanti aretino! Le ragazze amaranto, galvanizzate dal pari appena acciuffato, iniziano a macinare gioco sfruttando la solidità difensiva di Orsi e Razzoli, il filtro d’interdizione fra Baracchi e Arzedi e la velocità sulle fasce di Gwiazdowska e Mazzini. Da un cross respinto dalla destra di Gwiazdowska, Arzedi si prende la responsabilità della conclusione al volo che colpisce in pieno la traversa! Qualche minuto dopo è Mazzini a mettere al centro un nuovo cross, dopo una bella giocata di Verdi, con la palla che arriva sul destro di Paganini che, pure lei, timbra nuovamente il legno! Solo il duplice fischio del direttore di gara ferma la grinta e la determinazione dell’Arezzo che rientra negli spogliatoi con l’amaro in bocca per non aver trovato la rete del vantaggio.

La ripresa ha tutto un altro copione rispetto ai primi quarantacinque minuti: il Bologna tornato in campo è una squadra più concreta rispetto a quella vista nel primo tempo, soprattutto sono Sciarrone e Rambaldi a dettare i tempi dei passaggi e dell’avanzamento del baricentro, questa mossa mette in difficoltà l’Arezzo che non riesce a trovare spazi per arrivare dalle parti di Bassi. Mencucci e Cartarasa provano a dare più soluzioni in fase offensiva provando più volte ad affiancare le compagne del reparto avanzato, ma la formazione ospite resiste colpo su colpo. Mazzini e Verdi ci provano due volte dalla distanza, ma i cambi effettuati da ambo le formazioni e il terreno pesante trascinano questa gara al pareggio. Con il punto acquisito quest’oggi l’Arezzo conferma il nono posto in classifica portando a 5 il numero dei punti in campionato, ma non c’è tempo per rilassarsi poiché domenica 24 novembre ci sarà da affrontare la difficile trasferta contro il Riccione.