Campionato Juniores Regionali : Pol. Nuova Chiusi vs Audace Legnaia 1 – 0

Il Tecnico Alessandro Rivi:”Noi non molliamo! Ci crediamo e sappiamo molto bene la nostra forza, ci ricompatteremo e si riparte a testa alta” .
04.02.2019 15:08 di Antonio Bruno  articolo letto 365 volte
Fonte: La Redazione di Sport a Km 0
Campionato Juniores Regionali : Pol. Nuova Chiusi vs Audace Legnaia 1 – 0

L'Audace Legnaia dopo dieci turni d' imbattibilità, cade a Chiusi, a seguito di una gara, in cui, il Tecnico Fiorentino, Rivi, lamenta il comportamento poco corretto degli avversi ed un' approccio alla gara, al di sotto, delle possibilità, dei suoi ragazzi, come conferma, lo stesso, Alessandro Rivi:”Sabato è stata una partita approcciata male nel primo tempo, contro una squadra che non ci ha fatto giocare e che si è trovata in vantaggio su una punizione discutibile alla fine della prima frazione di gioco, dove ne è scaturita un'autorete e poi nel corso della partita, non sono riusciti a fare un tiro in porta !!”. Alessandro Rivi, poi, lamenta l'atteggiamento, poco coretto degli avversari:”Un ambiente molto ostile, sia da parte dei giocatori che dei Dirigenti, mantenendo un' atteggiamento al limite della correttezza, votati a perdere costantemente tempo e poi, nascondevano i palloni che dovevano essere in campo!!. Inserendo almeno sei giocatori della prima squadra a giocare contro di noi ed allenatore ripeto, molto scorretto, come tutto l’ambiente della Polisportiva Nuova Chiusi”. Nella ripersa, comunque l' Audace Legnaia, riesce a cambiare marcia alla partita ed Alessandro Rivi, aggiunge:” Nel secondo tempo abbiamo avuto 5-6 occasioni, dove tra salvataggi sulla linea, miracoli del portiere e respinte, non siamo riusciti a trovare il pareggio”. Sostanzialmente, nel commento di Mister Rivi è una sconfitta che lascia l'amaro in bocca, per come è arrivata, per come è maturata, però, allo stesso tempo, Alessandro Rivi è consapevole delle potenzialità della sua squadra e continua:” Il campionato è ancora aperto, abbiamo 10 giornate, dove dobbiamo fare più punti possibili ed alla fine vedremo chi è stato più bravo. Noi non molliamo, anzi ripartiamo come abbiamo sempre fatto, perché ci crediamo e sappiamo molto bene la nostra forza, i nostri limiti, quindi ci ricompatteremo e ripartiremo a testa alta”.