Arezzo vs Gozzano 1 – 0

Belloni fa volare l' Arezzo
08.12.2019 19:19 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: La Redazione di Sport a Km 0
Arezzo vs Gozzano 1 – 0

Arezzo vs Gozzano 1 – 0

AREZZO (4-4-2): 1 Pissardo; 16 Luciani, 5 Borghini, 27 Baldan, 19 Corrado (36' st 13 Ceccarelli); 7 Belloni (17' st 23 Rolando), 8 Foglia, 29 Tassi (17' st 6 Picchi), 20 Caso (26' st 14 Piu); 10 Cutolo, 18 Gori (26' st 9 Mesina). A disposizione: 22 Daga, 2 Mosti, 3 Sereni, 21 Benucci, 25 Sussi, 28 Raja, 30 Cheddira. Allenatore: Daniele Di Donato.

GOZZANO (3-4-2-1): 22 Crespi; 3 Uggè, 6 Emiliano, 24 Rizzo (38' st 28 Spina); 2 Tumminelli (26' st 13 Samba), 5 Guitto, 10 Rolle, 17 Bruzzaniti (16' st 23 Vono); 18 Fedato, 20 Palazzolo (16' st 27 Tomaselli); 9 Pozzebon (16' st 8 Bukva). A disposizione: 31 Fiory, 4 Tordini, 14 Salvestroni, 21 Gemelli, 29 Fasolo, 30 Secondo, 32 Zucchetti. Allenatore: David Sassarini.

ARBITRO: Michele Delrio di Reggio Emilia (Franco Iacovacci di Latina - Lorenzo D’Ilario di Tivoli).

RETI: st 2' Belloni.

Note: Spettatori: 1.200 circa. Ammoniti: pt 8' Luciani; st 6' Uggè, 12' Belloni, 25' Tumminelli, 30' Foglia, 38' Ceccarelli.

Successo fondamentale per l' Arezzo che grazie alla rete di Niccolò Belloni ad inizio ripresa supera il Gozzano ed affianca in classifica l' Alessandria e scavalca Pro Vercelli e Pistoiese e posizionando sulla corsia di sinistra della stessa classifica, in sesta posizione in condominio con l' Albinoleffe e la stessa Alessandria.

Gara che entra nel vivo sin da subbito con l'undici di Daniele Di Donato che cerca di arginare la retroguardia avversaria per vie esterne e Gozzano che tenta di creare la prima palla gol con Pozzebon lanciato a rete e chiuso tempestivamente dalla retroguardia amaranto. La risposta aretina è immediata con Cutolo che prova a sorprendere Crespi con una conclusione di sinistro e pallone che finisce a lato. Insiste l' Arezzo e Cutolo apre per Caso che resiste alla carica di un'avversario e si porta sulla linea di fondo, cross nel mezzo, respinto dalla retroguardia ospite. Caso ci prova poco dopo, si porta in zona tiro, ma … non inquadra la porta.

Scontata la chiave della partita con l' Arezzo proiettato a far gioco, a guadagnare una certa supremazia territoriale, per dare continuità alla sua azione offensiva e Gozzano che si difende con ordine, senza mai rischiare più di tanto e sempre pronto a ripartire, riuscendo a portare un pressing alto.

La prima opportunità per passare, l' Arezzo la crea al 15'esimo, a seguito di una combinazione Gori e Cutolo che trova pronto il capitano a spedire un “missile” dalle parti di Crespi, reattivo a respingere in angolo ed annullare la bella conclusione di Cutolo. Sul fronte opposto è Pozzebon a rendersi pericoloso, conclusione in diagonale e pallone che sorvola la traversa. A questo punto della gara, la supremazia territoriale dell' Arezzo è netta con Belloni, da sotto misura, tenta di colpire a botta sicura, Crespi si salva con grande prontezza di riflessi, poi ci pensano i compagni ad allontanare il pericolo. Combinazione Cutolo – Gori – Tassi e il centrocampista , nella sua conclusione non inquadra la porta. Alla mezz' ora, brivido per gli amaranto, a seguito di un pallone ben lavorato sulla sinistra, dagli ospiti che mettono in movimento Bruzzaniti, pronto ad aprire per Pozzebon che da buona posizione, non impatta con il pallone. E .. il tempo si chiude con una combinazione Belloni – Luciani – Foglia e conclusione alta, del numero otto amaranto.

La gara si sblocca ad inizio ripresa, bella l'intuizione di caso che apre per l' accorrente Belloni che si accentrata e di sinistro spedisce il pallone ad insaccarsi sul palo più lontano dove Crespi non ci può arrivare. Poco dopo ci prova direttamente, Caso che non inquadra la porta. Gazzano che da l'impressione accusare il colpo e Mister David Sassarini inserisce tre giocatori in colpo solo e passa al 3-5-2. Di Donato risponde con l'inserimento di Picchi e Rolando. Con l' Arezzo che comincia a giocare in scioltezza e gestire risultato ed avversario e Gozzano che si rende pericoloso sugli sviluppi di un tiro d'angolo, Samba vince un rimpallo e da buona posizione spara alto. Ma ad essere pericoloso è sempre l' Arezzo, con Crespi costretto a salvarsi in due tempi, su una conclusione ravvicina. Cutolo prova la conclusione al volo, alla sua maniera e pallone che sorvola la traversa. Solo nel recupero il Gozzano ritorna a farsi pericoloso con Fedato che costringe Pissardo a salvarsi con tanto mestiere, per deviare il pallone in angolo e poi, sul conseguente tiro dalla bandierina è Tomaselli a tentare la sorte con un tiro cross che finisce sul fondo. Poi il triplice fischio di chiusura che sancisce il sesto successo stagionale dell' Arezzo.