Arezzo vs Monza, le pagelle di Giorgio Ciofini

07.10.2019 13:57 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: Giorgio Ciofini
Arezzo vs Monza, le pagelle di Giorgio Ciofini

SuperMonza e MiniArezzo. Di prendere quattro gol in mezza partita non era mai capitato al Cavallino da quando seguo l’Arezzo e s’era ancora al Mancini, se la memoria non falla. Ma proprio col Monza di Galliani e Berlusca nella partita più attesa dell’anno doveva succedere? Disfatta storica ed esperienza shock. Alla fine Di Donato (voto: fate voi) ha chiesto scusa (il minimo) e Sereni (voto: ng come tutti quelli entrati nella ripresa a partita più che finita) ci ha messo la faccia. Perchè proprio lui? Non è la domanda più inquietante di una domenica impossibile che ci ha resettato anche i sogni. Col Monza non ci è piaciuto proprio niente (nemmeno i cori anti della Minghelli (voto 4). A chi vuol resettare lo shock in vista del Rastrello diciamo: benissimo! Ma, caro Samuele, dopo una disfatta così, come si fa a stare Sereni? Per l’occasione ci vuole un Voto di gruppo4 a tutti gli eroi del primo tempo, autori della quaterna.

Pissardo: Bombardato dal Monza come la vecchia stazione dalla Raf, con le sue respinte frontali ha fatto anche due assist involontari a Sampirisi e D’Errico. Colpevole o sfortunato? Intanto vada a farsi benedire.

Nolan: Giovane com’è, potrebbe anche restare traumatizzato dalla quaterna. In più anche l’amata Inter ha perso il derby d’Italia. Non è il caso di infierire.

Belloni: Di Donato copia il maestro Sarri e gli fa fare il Quadrado ultima versione. Non era il caso. Caro Niccolò non darti al “sarrismo” anche tu.

Foglia: Al nostro Fabio vice del vice con pedigree da Cavallino rampante, quelli del Monza hanno fatto fare il torello e la figura del ronzino. Li Incriminiamo per lesa maestà?

Cutolo: Il capitano coraggioso affonda con la sua nave, dal Monza ridotta come una carretta del mare. Che dietro il Berlusca ci sia Salvini?

Ceccarelli: Un debutto da elettroshock in cui ha messo del suo senza risparmio. Niente bis per favore.

Luciani: Il vice di Nello, dopo lo sfogo, ha scoperto che alle volte non basta metterci l’anima. I milioni anche nel calcio non sono tutto, ma aiutano.

Gori: Prima del Monza si sfogliava la margherita con l’arcangelo Gabriele: vola in Nazionale… non vola... Dopo la prestazione terra terra col Monza, almeno su questo si è messa l’anima in santa pace. Al Rastrello ritocca a Cheddira?

Rolando: Anche il trasformatore adattabile “Rolli” col Monza si inceppa. Sarà stato un complotto dei Servizi segreti? Conte riferisca in Parlamento.

Baldan: Siccome in gioventù ha indossato maglie del Diavolo di Galliani e del Berlusca ancora grondanti di gloria, si dev’esser confuso. Qualcuno doveva spiegare a Marco che ieri giocava con l’Arezzo.

Volpicelli: Come Nolan Giovanni è giovane, ma non è nato in Irlanda e non sarà traumatizzato dalla quaterna. Viene da Forcelle certe botte gli fanno scarafolo. Vogliamo scommettere “na tazzulella e cafè”?