Campionato di serie C, gara Play Off: : SS Arezzo vs Novara Calcio 2 – 2

16.05.2019 00:08 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: La Redazione di Sport a Km 0
Campionato di serie C, gara Play Off: : SS Arezzo vs Novara Calcio 2 – 2

SS Arezzo vs Novara Calcio 2 – 2

AREZZO (4-3-1-2): 22 Pelagotti; 16 Luciani, 6 Pelagatti, 33 Borghini (1' st 26 Pinto), 32 Sala; 4 Buglio (31' st 18 Remedi), 13 Basit, 8 Foglia; 11 Serrotti; 10 Cutolo (43' st 23 Rolando), 9 Brunori. A disposizione: 1 Bertozzi, 2 Zappella, 3 Sereni, 7 Zini, 19 Persano, 21 Benucci, 24 Burzigotti, 27 Butic, 39 Belloni. Allenatore: Alessandro Dal Canto.

NOVARA (4-3-2-1): 12 Di Gregorio; 2 Tartaglia (31' st 19 Cinaglia), 26 Sbraga, 3 Bove, 13 Visconti (39' 18 Zappa); 16 Bianchi, 14 Rolando, 20 Nardi (17' st 9 Eusepi); 15 Bastoni (17' st 8 Perulli), 5 Schiavi (1' st 17 Gonzalez); 21 Cacia. A disposizione: 1 Benedettini, 22 Marricchi, 4 Fonseca, 10 Buzzegoli, 11 Stoppa, 29 Mallamo, 36 Bellich. Allenatore: William Viali.

ARBITRO: Daniel Amabile di Vicenza (Domenico Palermo di Bari - Michele Falco di Bari). Quarto uomo: Michele Di Cairano di Ariano Irpino.

RETI: st 10' Foglia, 25' Brunori, 27' Ronaldo, 36' Eusepi.

Note - Spettatori: 4.858. Ammoniti: st 5' Foglia, 9' Bove, 21' Pelagatti, 29' Buglio, 37' Cutolo, 92' Ronaldo.

L' Arezzo elimina il Novara e va avanti a seguito di una gara ben interpreta, dove prima da l'impressione di sbaragliare i Piemontesi, poi è costretto a stringere i denti, per portare in porto, il risultato che gli consente di accedere al primo turno della fase Play Off Nazionale. Sul risultato, pesano due episodi dubbi, il primo un falo da rigore, quando a seguito di un calcio d'angolo, Brunori viene tirato giù, sul risultato di due ad uno e poi, sul capovolgimento di fronte, non viene visto il fallo su Cutolo che poi ha dato il via all'Azione del Novara che ha consentito ad Eusepi di fissare il risultato di parità. Costringendo l'Arezzo a stringere i denti, per contenere l'offensiva finale dei bianco azzurri. Ma .. questa è una squadra di carattere, costituita da giovani di ottime qualità, erano 5 gli Under, dai 19 anni ai 21 anni, in campo. Insieme a “senatori” che sono dei veri trascinatori e il sogno continua.

Il Novara del resto è arrivato ad Arezzo, consapevole di avere un solo risultato, per andare avanti in questa avventura Play Off e sin dal fischio d'avvio cerca di prendere in mano il pallino del gioco, mantenendo un pressing alto, per andare a bloccare le ripartenze del' Arezzo che come consuetudine, partano dai difensori e cercando il contato, sempre al limite del regolamento. Sugli sviluppi di un'azione manovrata, degli ospiti, Rolando, dalla distanza, a sorpresa, di prima intenzione, costringe Pelagatti a salvarsi con la punta delle dita, nell'alzare la palla, sopra la traversa. La replica amaranto non si fa attendere e Brunori, lancia Cutolo, chiuso dai due centrali, avversari. La supremazia territoriale è del Novara, però, l' Arezzo ha il merito di non lasciarsi chiudere e tentare di ripartire in velocità. Brunori, da posizione defilata, tenta la conclusione sul secondo palo e pallone che esce di poco. Ancora Arezzo, in velocità, crea i presupposti per passare, riesce a bucare le maglie difensive del Novara, però, manca nell'ultimo passaggio. Combinazione Serrotti, Cutolo, Foglia e conclusione dalla distanza, del centrocampista, alta. Lo stadio “Città di Arezzo” registra il pieno, con il record stagionale di spettatori, circa 5000 e la curva Minghelli, con quel suo tifo passionale coinvolge tutti i presenti a sostenere gli amaranto, a gran voce. Il Novara, però, continua a fare la sua partita e Bastoni, dopo una triangolazione, cerca e trova, sul secondo palo, Visconti che viene murato, al momento di concludere. L' arezzo, comunque non si fa intimorire e continua a giocare la sua partita, probabilmente non brilla nel palleggio, come ci ha abituato nel cross del campionato, però, ci mete tanta “sostanza” e Serrotti, trova una varco sulla sinistra, entra in area e dalla line di fondo mette in mezzo, si accende una mischia d'avanti a Di Gregoria che si salva con l'aiuto dei compagni di reparto. Il tempo si chiude con l' Arezzo in avanti e la conclusione di Sala, a sorpresa, dalla distanza e pallone che sorvola la traversa, di poco. Nella ripresa ritorna in campo un' Arezzo più spigliato e già in apertura, combinazione Basit, Serrotti, Cutolo e cross del capitano, nel mezzo e Brunori che viene anticipato, al momento di concludere. Insiste l' Arezzo che sfrutta al meglio un calcio piazzato di Cutolo, con Serrotti che interviene sulla ribattuta della barriera e mette in mezzo, dove trova prona Sala e spedire il pallone in direzione di Foglia, appostato sul secondo palo e puntuale nel mettere a segno la rete del vantaggio. Ancora Cutolo, in evidenza per Foglia che dalla distanza non inquadra la porta. Replica il Novara, sulla combinazione Visconti – Bastoni e conclusione alta. Gara che comincia ad offrire capovolgimenti di fronte, continui ed emozioni. Conclusione di Brunori, ribattuta dai difensori avversi e Ronaldo, direttamente su calcio piazzato, sfiora l'incrocio dei pali. L' Arezzo non si ferma e si riporta in avanti e Brunori trova il raddoppio, da sotto misura, ribattuta la prima conclusione del centravanti .. ma sempre Brunori è pronto a sospingere il pallone in rete. Esplode il “Città di Arezzo”. Ma.. neanche il tempo di gioire che alla ripresa del gioco, il Novara accorcia le distanze. Ronaldo, dalla distanza trova il corridoio giusto per sorprendere Pelagotti e Novara che prede coraggio. Comunque si arriva al 35°esimo e sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Brunori, viene tirato giù, nel tentativo di colpire di testa, probabilmente non visto, dal Direttore di gara che lascia proseguire. Ora gli ospiti si giocano il tutto per tutto e l' Arezzo che chiude gli spazi, si difende con ordine e carca di ripartire in velocità. Cutolo prende palla a metà campo e nel tentativo di superare un'avversario, subisce fallo, non rilevato dal Direttore di gara che lascia proseguire l'azione e il pallone giunge a Eusepi che trova lo spiraglio per rimettere tutto in parità. Naturalmente non basta al Novara per superare il turno e l' Arezzo è costretto a stringere i denti. Sostanzialmente si soffre. Però, l'ultima emozione, la regala ancora l' Arezzo. Infatti, quando gli amaranto si distendono in avanti, fanno paura e Brunori, raccoglie una corta respinta, della difesa avversaria e cerca la conclusione a fil di palo, di precisione, con il pallone che si va a stampare sul palo. Poi il triplice fischio di chiusura e l' undici di Alessandro Dal Canto va a festeggiare sotto la curva Minghelli, sempre passionale e generosa.