Serie C, Ghirelli: “Mantenuta la regolarità dei campionati. Ora si pensi ai ristori”

20.01.2022 22:11 di Antonio Bruno   vedi letture
Fonte: stadionews.it
Serie C, Ghirelli: “Mantenuta la regolarità dei campionati. Ora si pensi ai ristori”

Dopo la definizione dei parametri del nuovo protocollo Covid nel calcio, arriva il commento del presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli, che esalta le mosse preventive del campionato di Serie C per gestire la quarta ondata pandemica attraverso i rinvii delle partite (il 22 e 23 si torna in campo con la 4a giornata di ritorno) ma torna a ribadire anche il tema dei ristori ai club.

In una nota ufficiale afferma: “L’aggiornamento del protocollo federale, dice il Presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli, prevede il rinvio delle gare in caso di positività del 35% dei componenti della rosa di ciascun club. La Lega Pro, a seguito della nuova ondata epidemica, aveva bloccato il suo campionato gestendo questa situazione con fermezza, ma anche con la ragionevolezza che l’evoluzione della pandemia rendeva necessaria. Con i Club abbiamo governato questa quarta ondata pandemica ponendo in primo piano la salvaguardia della salute ed il rispetto della regolarità dei campionati, garantendo ad ogni squadra le stesse opportunità”.

“Il calendario al momento prevede il recupero delle partite non disputate nelle date libere più vicine. Appena avremo contezza che l’ondata pandemica si sarà attenuata in modo considerevole, insieme al Consiglio Direttivo, si provvederà alle eventuali modifiche che si riterranno necessarie. Significativa per la Lega Pro sarà la gestione della capienza degli stadi alla ripresa delle partite. Non mi stancherò mai di sollecitare ognuno di noi ed i tifosi perché si rispetti il distanziamento sociale e si indossino le mascherine. Soltanto questi comportamenti virtuosi potranno consentire l’affievolimento dei contagi e l’apertura dei nostri stadi”.

“La Lega Pro ha posto il problema ineludibile dei ristori per i Club con il Governo. I danni sono stati e sono enormi, i club assicurano giocando posti di lavoro e garantiscono la funzione sociale del calcio di Serie C.” Conclude Ghirelli.