L’Arezzo si aggiudica il 3° Trofeo Internazionale di calcio giovanile ‘Città di Montepulciano’

03.06.2019 00:03 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: Ufficio Stampa Valdichiana Media
L’Arezzo si aggiudica il 3° Trofeo Internazionale di calcio giovanile ‘Città di Montepulciano’

Momtepulciano – È l’Arezzo a conquistare il 3° Trofeo Internazionale di Calcio Giovanile ‘Città di Montepulciano’ dopo un bel 2-0 ottenuto in una finale molto combattuta contro i fortissimi danesi del Midtylland. La compagine danese è apparsa fin da subito superiore dal punto di vista tecnico rispetto alle altre squadre nazionali e internazionali arrivate a Montepulciano per questa importante competizione. Gli ottimi elementi del Midtylland si sono però arresi ad un gioco perfetto messo in campo dai giocatori amaranto dell’Arezzo, che fin dalle prime gare, insieme al Fastav Zlin e Torino, hanno dominato tutti i gironi. Sono state proprio il Fastav Zlin e il Torino a giocarsi la finale per il 3° e 4° posto: una partita tirata fino all’ultimo minuto, conclusasi solo dopo i calci di rigore con un 4-5 per il Fastav Zlin che gli ha permesso di conquistare il terzo posto, lasciando il quarto posto al Torino.

L’evento. Si chiude con questi risultati il grande evento dedicato al calcio giovanile organizzato dall’Unione Polisportiva Poliziana e dall’Amministrazione Comunale, con il patrocinio della Regione Toscana, che ha unito sport, sano agonismo e momenti di riflessione su importanti tematiche sociali come i diritti umani. 

La kermesse sportiva si è aperta giovedì 30 maggio con l’esibizione degli sbandieratori e tamburini di Montepulciano e la banda dell’Istituto di Musica Henze. Otto prestigiose squadre, 13 combattutissime gare, un premio giornalistico riservato alle scuole del territorio per un fine settimana all’insegna dello sport e dei suoi valori. Una manifestazione che ha regalato, a tutto il territorio e al pubblico del Bonelli un senso di fratellanza e di accoglienza, valori offerti in primis dagli atleti che hanno vestito orgogliosamente i colori delle proprie società sportive. La manifestazione si è rivelata anche essere una bella vetrina per le giovani eccellenze del calcio nazionale e internazionale: gli osservatori tecnici presenti al torneo hanno selezionato i giovani talenti che più si sono fatti riconoscere in campo.

Il premio giornalistico. Sabato 1 giugno si è tenuta invece la premiazione del concorso giornalistico riservato agli studenti delle scuole del territorio che hanno prodotto elaborati sul tema dei diritti umani. Gli articoli premiati sono stati quelli di Alfea Renzini dell’Istituto San Bellarmino di Montepulciano, Giulia Pascqualoni e Lavinia Vestri dell’Istituto Redi. Consegnati riconoscimenti anche al dirigente della Palestina Football Academy, Iyad Qusdi, al dottor Lorenzo Borghese responsabile e coordinatore delle Missioni internazionali dell'ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma, al dirigente scolastico dei Licei Poliziani Marco Mosconi e alla campionessa di atletica Chiara Bazzoni. Per l'occasione il sindaco Michele Angiolini, il presidente della Poliziana Massimiliano Bianconi e il Piero di Betto presidente del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano hanno ricevuto in dono, dal dirigente della Palestina Football Academy, la sciarpa della squadra come ringraziamento per la bella esperienza vissuta a Montepulciano tra sport e fratellanza.

Alle premiazioni di domenica 2 giugno ha partecipato il sindaco di Montepulciano Michele Angiolini e tutti i dirigenti dell’Unione Polisportiva Poliziana.