... con Marck Uliano al microfono di Mirko Zacchei

Marck Uliano Match analyst Nuova A.C. Foiano 1947: "Il mio compito è quello di sottoporre a Mister Benedetti le varie fasi del match che andiamo ad analizzare settimanalmente e contribuire hai miglioramenti della squadra".
16.10.2020 10:01 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: Ufficio Stampa Nuova Foiano Mirko Zacchei
... con Marck Uliano al microfono di Mirko Zacchei

Per il quinto appuntamento della nuova stagione della nostra rubrica "A tu per tu con..." abbiamo intervistato Marco Uliano, match analyst della società amaranto, vera e propria figura fondamentale nell'economia di una stagione, con cui abbiamo analizzato le prospettive della prossima stagione in casa Foiano 1947;

allora Marco, come giudichi questo inizio di stagione della nostra squadra?
"Secondo me siamo partiti con il piede giusto soprattutto a partire dalla preparazione dove i ragazzi hanno dimostrato di voler tornare a giocare e si sono messi subito a disposizione del mister per quanto riguarda domenica secondo me abbiamo disputato una buona partita soprattutto contro il Signa soprattutto nel secondo tempo. Loro si sono dimostrati un gran squadra e faranno sicuramente un bel campionato".

Quali sono gli obiettivi per questa stagione, sia a livello collettivo che personali?
"L'obiettivo di questa stagione è sicuramente una salvezza tranquilla però sicuramente le ambizioni sono tante anche per cercare qualcosa di più, dalla mia stagione mi auguro di essere il più utile possibile cercando di dare più informazioni possibili al mister e alla squadra per aiutarli al massimo".

In parole semplici spiegaci il tuo ruolo all'interno della squadra amaranto?
"Il mio ruolo all'interno della società consiste nell'analizzare il comportamento della squadra sia nostra che avversaria in ogni partita e portare un video settimanale per spiegare i vari aggiustamenti in caso di video sulla nostra squadra e vari punti di forza o deboli delle squadre avversarie".

Come ti sembra il gruppo che è stato formato dalla società foianese?
"Il gruppo formato mi sembra un gruppo molto unito dove i giovani si sono inseriti molto bene nel contesto grazie anche all'aiuto dei più vecchi che sono per loro da guida. E sin dall'inizio hanno fatto capire quanto sia importante lo spirito di squadra e del Foiano".

Quali sono secondo te le squadre favorite alla vittoria finale del campionato?
"Le favorite alla vittoria finale, secondo me considerando che sarà un campionato molto aperto, potrebbero essere Terranuova , Valdarno e Fortis che sono le 3 squadre che hanno investito molto su questo campionato".

Quali sono secondo te i giocatori che potranno fare la differenza in questo campionato?
"Ci sono tanti giocatori che potrebbero fare la differenza non mi sento di fare nomi veri e propri l'unico che voglio citare è Guidotti a cui voglio fare un grandissimo auguri di pronta guarigione e spero di rivederlo il prima possibile in campo e che avrebbe fatto sicuramente la differenza alla Fortis Juventus".

Come ti è parso l'esordio in campionato sotto tutti i livelli?
"L'esordio in campionato come dicevo prima mi è sembrato molto positivo i ragazzi hanno dato il massimo e alla fine si poteva ottenere anche la vittoria ma tutto sommato contro una squadra ben messa come il Signa un punto è anche un buon risultato. Bisogna fare i complimenti anche per la reazione immediata che hanno avuto nel riportare in pari la partita subito con il solito Squalo Monaci che ogni anno non delude mai".

A quale allenatore sei particolarmente legato?
"Sono legato a tutti gli allenatori con cui sono stato a partire dal Marco Bernacchia a cui devo un grosso ringraziamento per avermi dato la possibilità di incominciare questo bellissimo percorso a Foiano a cui tutt'ora sono molto legato, poi a Cardinali che nei pochi mesi dove siamo stati insieme mi ha dato molto a livello sportivo, fino ad arrivare ad Andrea Benedetti che reputo una persona molto professionale e che già da questo inizio di campionato a fatto vedere grandi cose a livello di allenamento e gestione della squadra con cui attualmente mi sto trovando benissimo. Ci tengo a ringraziare anche un mister che mi ha dato tanto cioè Mario Palazzi che diciamo mi ha lanciato nella scena del calcio con lui infatti ho passato la mia prima stagione ufficiale in serie D con la Sangiovannese dove abbiamo fatto grandi cose in un annata difficilissima".

Quale squadra quando gioca contro il Foiano 1947 ti evoca sentimenti forti?
"Diciamo che tutte le squadre mi evocano qualcosa quando giocano contro il Foiano ma di sicuro non mi posso dimenticare la atmosfera che si creava l'anno scorso quando c'era il derby con la sinalunghese soprattutto all'andata che essendo la prima volta che assistevo da parte coinvolta mi ha dato quella sensazione unica soprattutto anche grazie alla coreografia creata dai nostri tifosi".

Cosa ti senti di promettere ai tifosi foianesi per il prosieguo della stagione?
"Mi sento di promettere la massima serietà in quello che faccio come anno scorso e di cercare di dare il massimo del contributo in questa stagione".

Ringraziamo Marco Uliano per la gentilezza e la disponibilità dimostrata, augurandogli di essere l'arma in più della formazione foianese e di potersi togliere tutti insieme molte soddisfazioni.