Campionato Giovanissimi Regionali : Olmoponte vs San Donato Tavernelle

la squadra di Claudio Tonini, dopo la battuta d'arresto della domenica precedente, si riconcilia immediatamente con i tre punti e riprende quota in classifica.
 di Antonio Bruno  articolo letto 515 volte
Fonte: Ufficio Stampa GS Olmoponte, Graziano Civitelli
Campionato Giovanissimi Regionali : Olmoponte vs San Donato Tavernelle

OLMOPONTE vs  SAN DONATO TAVARNELLE 2 - 1

OLMOPONTE: Sarri, Bianchetti, Capacci, Agostini, Arturi, Fratini (C), Chifor, Colombo, Castellani, Pagliaro, Sorini. A disp. Mazzini, Zulbeari, Cialdea, Diamanti, Talladira. All. Claudio Tonini.

SAN DONATO TAVARNELLE: Onori, Mantelli, Perozzi, Cianchi, Preti, Valsecchi, Rinaldi, Valiani, Esposito, Nesi (C), Zoghbani. A disp. Ceccarelli, Manetti, Barni, Ferrara, Palumbo, Mascheroni, Faggioli. All. Carlo D’Onofrio.

Marcatori: Castellani, Mantelli, Chifor

Nella terza giornata del girone di ritorno, al Comunale Giunti di Arezzo i ragazzi dell’Olmoponte guidati dal Mister Tonini, reduci da una brutta sconfitta in casa del Galluzzo che li ha allontanati dai vertici della classifica, affrontano la formazione fiorentina del San Donato Tavarnelle del Mister D’Onofrio, anche loro reduci da una sconfitta tra le mura amiche ad opera dell’Impruneta. Alle ore 10.00 in punto il direttore di gara da inizio alle ostilità su un terreno di gara pesante e scivoloso causa le abbondanti piogge cadute nei giorni scorsi. Pronti via e l’Olmoponte costruisce una bella azione con Colombo che lancia Sorini sulla fascia destra; il numero 11 salta due avversari e poi serve una bella palla in area di rigore sul quale si avventa Castellani ma il portiere Onori è sveglio e fa suo il pallone. Poi ci prova ancora Castellani su colpo di testa imbeccato da Pagliaro che da centro area colpisce debolmente ed Onori para. L’Olmoponte continua ad attaccare e coglie il meritato vantaggio, al 18’, con “Aguero” Castellani che approfitta di uno svarione della retroguardia fiorentina, su palla filtrante di Capacci, e tutto solo davanti ad Onori, lo batte con un preciso rasoterra. La formazione ospite cerca di reagire ma la retroguardia aretina, seppur priva del suo Capitano Gallorini, è attenta e concentrata e non lascia spazio agli attacchi fiorentini. Nell’unica occasione del primo tempo dove il San Donato arriva alla conclusione è attento il portiere aretino Sarri, che oggi sostituisce lo squalificato Bruni,  a respingere il tiro di Zoghbani. Poi la gara scivola via senza sussulti fino alla fine di tempo. Nella ripresa i ragazzi del San Donato entrano in campo più determinati e vogliosi di fare bene e, complice un calo fisico ma anche di concentrazione degli aretini, prendono in mano la gara raggiungendo il pareggio al 17’ con una splendida azione personale di Mantelli che parte dalla sua metà campo, fa quaranta metri indisturbato e poi, dal limite dell’area, scarica un gran sinistro che batte imparabilmente Sarri. Doccia fredda per i ragazzi del Mister Tonini che comunque non demordono e si spingono all’attacco costringendo gli ospiti nella loro metà campo. Al 25’ potrebbero pareggiare ma Castellani, su traversone di Capacci, alza sulla traversa da pochi passi. Dopo due minuti bella sovrapposizione sulla fascia destra di Bianchetti, ben servito da Pagliaro: il numero 2 amaranto effettua un bel cross da fondo campo sul quale interviene prontamente Castellani ma il pallone esce fuori di un niente. Azione fotocopia dopo tre minuti, questa volta sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Pagliaro, Colombo serve in profondità Castellani che tira prontamente ma il pallone esce fuori di poco. Al 30’ di tempo il meritato vantaggio: calcio d’angolo battuto da Pagliaro e Chifor è il più lesto di tutti ad avventarsi sul pallone e depositare la palla in rete, a coronamento di una ventina di minuti giocati sempre nella metà campo fiorentina. A questo punto i ragazzi aretini badano al controllo della gara e, nonostante 7 minuti di recupero, non consentono mai azioni pericolose alla formazione del San Donato Tavarnelle. Finisce la gara tra gli applausi del pubblico per tutti i ragazzi che hanno lottato con tutte le loro forze su un terreno pesantissimo e difficilissimo. Una vittoria per l’Omoponte molto sudata e ottenuta con grande determinazione, importantissima in proiezione futura che riporta la formazione aretina attaccata alle prime della classe.