Olmoponte Arezzo, il modo migliore di fare calcio

Il Professore Mendicino promuove il progetto di attività motoria, dove attraverso il gioco sviluppa la capacità di osservazione, attenzione e concentrazione, sempre all'insegna del gioco e del divertimento.
02.09.2021 10:15 di Antonio Bruno   vedi letture
Fonte: La Redazione di Sport a Km 0
Olmoponte Arezzo, il modo migliore di fare calcio

La squadra allenatori è pronta all' OlmoPonte Arezzo a ricevere i giovani tesserati ed iniziare la formazione con un programma motorio per far prendere confidenza ai ragazzi con il pallone e con i compagni di squadra, lavorando su quei fondamentali di base, come può essere la corsa, come ha spiegato Lucia Sinatti preparatrice atletica ai nostri microfoni di Sport a Km 0 e farli abituare a fare Sport in piena armonia con se stessi, giocando a pallone.

Un progetto collaudato ed allo stesso tempo innovativo di fare alla Scuola Calcio dell' OlmoPonte, dove il Professore Riccardo Mendicino ha programmato il tutto nei minimi dettagli per evitare i tempi morti e non far distrarre i ragazzi dalla loro attività sportiva presso il nuovo impianto sintetico, di ultima generazione e realizzato di recente ed ormai impiegato a tempo pieno, adottando quella filosofia che tanto piace ai ragazzi, perché ... alla fine il vero vincitore di un gioco non è chi arriva primo ma chi si diverte di più, questo è il primo obbiettivo della Scuola Calcio dell' OlmoPonte, dove gli Istruttori si divertono insieme ai loro ragazzi, nello sviluppare l'attività motoria e tecnica.

Il Professore Riccardo Mendicino, insieme ai suoi colleghi conosce benissimo l'importanza dell'attività motoria e sportiva all' OlmoPonte, perché è in grado di promuovere vissuti significativi, cui i bambini attribuiscono grande importanza, e rappresenta un’incredibile opportunità di crescita e di sviluppo di tutte le dimensioni della personalità. Specie in questo momento in cui i bambini sono sempre più video-dipendenti.

Tutto lo Staff Tecnico della Scuola Calcio collaborando strettamente insieme a Mendicino e Sinatti e coordinati dal Responsabile Tecnico Fabrizio Malentacca, propongono anche attraverso l'attività motoria tre principali obbiettivi per i ragazzi che dimostrano di perseguire con grande entusiasmo:
- Ricreare attraverso il gioco un'ambiente ricco di stimoli motori, in grado di favorire un'adeguato sviluppo funzionale nei movimenti e nell'azione di gioco;
- Sviluppare attraverso l'attività motoria la capacità di memoria del bambino, osservazione e comprensione del mondo circostante, con attenzione e concentrazione, nell'eseguire gli esercizi che gli vengono assegnati, sempre all'insegna del gioco e del divertimento;
- Il gioco di squadra consente un adeguato sviluppo affettivo e sociale, in quanto il bambino, tramite una sana competizione, acquisisce autocontrollo, abitudine allo sforzo, rispetto delle regole, gestione delle emozioni, trova la spinta all’impegno, alla collaborazione, al rispetto degli altri e delle diversità.

Tutti principi che l' OlmoPonte ha saputo sviluppare in tutti questi anni di attività, grazie anche al contributo fondamentale prima dell'affiliazione decennale con l'Atalanta, alla attuale collaborazione con Francesco "Ciccio" Graziani e all'affiliazione "Élite" dal 2020 con ACF Fiorentina oltre che fregiarsi del riconoscimento FIGC di Scuola Calcio d'Élite.