Arezzo vs Cesena 0 – 2

16.01.2021 20:04 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: La Redazione di Sport a Km 0
Arezzo vs Cesena 0 – 2

Arezzo vs Cesena 0 – 2

AREZZO (4-2-3-1): 1 Sala; 16 Luciani, 38 Sbraga, 33 Cherubin, 36 Karkalis (42' pt 2 Ventola); 46 Altobelli (25' pt 31 Di Paolantonio), 34 Arini; 7 Belloni (1' st 5 Borghini), 10 Cutolo (35' st 11 Cerci), 23 Di Grazia; 27 Perez (42' pt 8 Carletti). A disposizione: 22 Tarolli, 6 Soumah, 15 Maggioni, 24 Piu, 29 Kodr, 32 Zuppel, 37 Serrotti. Allenatore: Andrea Camplone.

CESENA (4-3-3): 33 Nardi; 2 Longo, 3 Maddaloni, 13 Ricci, 16 Favale; 18 Collocolo, 25 Petermann (26' st 15 Ciofi), 5 Steffè; 7 Zecca (15' st 32 Capellini), 20 Bortolussi (43' st 23 Borello), 10 Russini (26' st 19 Nanni). A disposizione: 22 Benedettini, 30 Bizzini, 6 Aurelio, 14 Capanni, 17 Ardizzone, 29 Campagna. Allenatore: William Viali.

ARBITRO: Mario Vigile di Cosenza (Gianluca Matera di Lecce - Edoardo Federico Cleopazzo di Lecce). Quarto uomo: Cristian Cudini di Fermo.

RETI: pt 11' Favale, 37' Bortolussi.

Note : Angoli: 9-2. Ammoniti: pt 28' Sbraga, 35' Petermann, 38' Karkalis; st 18' Maddaloni.

Mister Camplone si dovrebbe assumere tutta la responsabilità di questa sconfitta che allontana l'Arezzo, ultimo in classifica, dalla zona play out, ultimo possibilità di tentare di arrivare alla salvezza. Nel confronto con il Cesena si poteva evitare di mettere in campo una squadra sbilanciata in avanti e lasciare in panchina Di Paolantonio per far posto un'attaccante e l' undici bianconero ha saputo gestire la partenza sprint dell' Arezzo per indirizzare la gara dalla sua parte nel giro di cinque minuti, quando superato la fase di studio in contropiede ha cominciato a rendersi pericoloso. Russini impegna Sala con una conclusione in diagonale che costringe il portiere amaranto a rifugiarsi in angolo, poi è Zecca a bucare la retroguardia amaranto e mettere in mezzo, per il piattone di Teffè che calcia quasi un rigore in movimento.. ma non inquadra la porto. Campanelli d' allarme importante per questo Arezzo che probabilmente aveva qualcosa da rivedere in campo e non continuare ad esposi agli avversari che sbloccano il match con Favale. Belloni perde palla in una ripartenza e il numero 16 bianco nero conclude dal limite spedendo il pallone ad insaccarsi all' angolino più lontano della porta difesa da Sala. L' Arezzo prova a reagire e su cross di Belloni, Perez da sotto misura cerca e trova la girata al volo e di si salva con tanta fortuna, respinge il pallone che resta lì .. a danzare sulla linea di porta, senza trovare nessuno degli amaranto pronti alla deviazione. Il Cesena continua a giocare di contropiede e Sala è costretto ad uscire fuori dalla sua area di rigore per anticipare Russini, lanciato a rete. Sul fronte opposto Cutolo si guadagna un calcio di punizione, dai 20 metri e Di Paolantonio si vede annullare la sua prodezza dalla traversa che consente al Cesena di ripartire ed ancora in contropiede andare a segno per la seconda volta. Prima Zecca centra il palo, poi Bortolussi scatta sul filo del fuori gioco e colpisce per la seconda volta e gara compromessa per l' Arezzo, anche perchè, nel corso di questa prima frazione di gioco, sono tre gli amaranto costretti a a lasciare il campo per infortunio, speriamo di gioco : Altobelli (25'), Perez e Karkalis (42').

Nell' intervallo Camplone prova a ridisegnare tatticamente l' Arezzo, con l 'inserimento di Borghini per Belloni e passare al 3-4-3 con nel mezzo i soli Di Paolantonio e Arini e costretti a fare gli straordinari nella zona nevralgica del campo, dal momento che l' Arezzo in questa zona del campo stato sempre in inferiorità numerica e su uno svarione difensivo Sala che prima regala la palla agli avversari, nel tentativo di rinviare, poi, recupera sfoderando un' interventi deciso e decisivo. L' Arezzo prova a guadagnare un certa supremazia territoriale ma non riesce ad incidere, se si esclude la conclusione di Di Paolantoni, con Nardi salvato da un compagno di reparto che respinge il pallone in angolo e nel finale le opportunità più pericolose le crea il Cesana che alla fine passa al Città di Arezzo e si porta in seconda posizione, ad un punto dalla capolista Modena.