Il mondo della ginnastica ha applaudito la Gymnaestrada petrarchina

Il gruppo della Ginnastica Petrarca ha meritato i complimenti del Presidente Internazionale Watanabe a seguito dell'esibizione delle 23 ragazze aretine al Fig Gala del World Gymnaestrada
24.07.2019 23:19 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: Uffici Stampa Egv , Marco Cavini
Il mondo della ginnastica ha applaudito la Gymnaestrada petrarchina

AREZZO – Il mondo della ginnastica ha applaudito il gruppo di Gymnaestrada della Ginnastica Petrarca. La società aretina è stata tra le grandi protagoniste del World Gymnaestrada che, nell’austriaca Dornbirn, ha registrato ventimila partecipanti da sessantanove Paesi che si sono ritrovati per la più grande festa internazionale dedicata ad una disciplina ginnica che, tra arte e sport, propone veri e propri spettacoli dove i movimenti della ritmica si uniscono a quelli dell’artistica. Un posto di rilievo in questo prestigioso contesto è spettato proprio alle ventitre petrarchine presenti che, accompagnate da Federica Peloso ed Elena Zandrelli, sono state scelte per rappresentare la Gymnaestrada italiana in occasione delle tre serate del Fig Gala che hanno visto alternarsi in pedana i migliori gruppi selezionati nei vari continenti. La Ginnastica Petrarca ha presentato una coreografia dal titolo “Stop alla violenza sulle donne” con una denuncia verso questa delicata problematica sociale e con un omaggio a coloro che trovano la forza per cercare riscatto, meritando gli applausi e i complimenti di tutti gli spettatori. «In occasione del Fig Gala - spiega Peloso, - abbiamo avuto l’onore e l’onere di rappresentare la ginnastica italiana, e non abbiamo deluso le aspettative. Parte del pubblico si è alzato in piedi per applaudirci e tanti addetti ai lavori si sono complimentati con noi per l’eleganza della coreografia e per il forte messaggio sociale: il World Gymnaestrada ci ha regalato emozioni uniche e noi siamo felici di aver tenuto alto il nome di Arezzo e della nostra società».

Argomenti quali la paura di invecchiare e la bellezza della vita sono stati invece trattati nelle coreografie dal titolo “Riflessi del tempo” ed “È ancora presto per partire” che sono state messe in scena in occasione del galà nazionale dedicato ai 150 della Federazione Ginnastica d’Italia che è stato scandito da un alternarsi di tutti i gruppi provenienti dalla penisola. In questa serata era presente anche il presidente della federazione internazionale di ginnastica Morinari Watanabe che si è personalmente complimentato con le ginnaste aretine. Il World Gymnaestrada è stato poi caratterizzato da un vero e proprio tour de force per la squadra della Ginnastica Petrarca che nei sette giorni dell’evento è stata impegnata in numerose occasioni. Oltre alle quattro serate di gala, infatti, le aretine si sono esibite anche nelle Group Performance nel Trade Exibition Centre di Dornbirn e nelle City Performance sui palchi allestiti nelle località circostanti. La qualità degli esercizi è valsa l’invito dei due gruppi della Gymnaestrada della Ginnastica Petrarca alla festa ufficiale per i 150 anni della ginnastica italiana in programma domenica 29 settembre a Roma, mentre nel frattempo le atlete inizieranno la preparazione in vista dei prossimi appuntamenti internazionali: l’EuroGym del 2020 a Reykjavík e il World Gymnaestrada del 2023 ad Amsterdam.

Il gruppo aretino presente a Dornbirn, sostenuto dallo sponsor Nbs - New Block System, era capitanato da Alessia Peruzzi ed era poi formato da Sofia Barbagli, Anna Bigi, Elisa Bruschi, Giulia Bruschi (1), Giulia Bruschi (2), Viola Butti, Giulia Buzzini, Francesca Caprara, Chiara Ciofini, Sara D’Arata, Francesca Gudini, Eleonora Meucci, Angelica Peluzzi, Maria Romanelli, Cristina Salvati, Giulia Sbietti, Dania Segoni, Diletta Severi, Maria Virginia Spinelli, Nikita Torrini, Sandra Vitellozzi e Benedetta Zappalorti, mentre erano assenti Alice Betti, Elisa Cuccoli, Francesca Mancini e Costanza Spiganti.