“Capolavori a Tavola”, il Casentino ospita il galà della cucina italiana

Martedì 7 luglio, al River Piper di Castel San Niccolò, torna l’evento organizzato da Simone Fracassi. La cena farà affidamento su alcuni dei maggiori chef italiani e sarà animata da una finalità benefica
06.07.2020 23:52 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: Uffici Stampa Egv , Marco Cavini
“Capolavori a Tavola”, il Casentino ospita il galà della cucina italiana

CASTEL SAN NICCOLÒ (AR) – Una serata di gala per celebrare le eccellenze dell’enogastronomia italiana. Grandi chef stellati, produttori e artigiani del gusto da ogni zona della penisola torneranno a riunirsi in Casentino per la diciannovesima edizione di “Capolavori a Tavola” che, in programma dalle 19.30 di martedì 7 luglio, sarà eccezionalmente ospitata dalla discoteca River Piper di Castel San Niccolò. Gli ampi spazi all’aperto di questa struttura hanno permesso di prevedere l’organizzazione della manifestazione nel rispetto delle misure igienico-sanitarie per la prevenzione del contagio da Covid-19, dando seguito ad un progetto avviato nel lontano 2001 su idea del macellaio Simone Fracassi che si configura oggi come un appuntamento con pochi pari sul territorio nazionale.

“Capolavori a Tavola” proporrà un vero e proprio viaggio tra il meglio del buon mangiare italiano, a partire dall’aperitivo tra i prodotti più celebri di diverse tradizioni culinarie. Il cuore del galà sarà però rappresentato dai piatti di alcuni dei maggiori chef e professionisti del panorama nazionale, con un totale di dodici stelle Michelin che prepareranno e faranno assaggiare le loro più celebri ricette. Tra i protagonisti della serata rientrano la famiglia Cerea (tre stelle), Francesco Bracali (due stelle), Tommaso Arrigoni, Giuseppe Aversa, Cristina Bawerman, Giancarlo Morelli, Stelios Sakalis, Filippo Saporito e Marco Stabile (una stella), oltre a Filippo Baroni, Palmiro Bruschi, Alberto Degl’Innocenti, Sergio Dondoli, Roberto Panizza, Andrea Perini, Pierluigi Pollice, Paolo Sacchetti, Paolo Teverini, Pasquale Torrente, Emanuele Vallini e Silvana Vivoli. La conclusione, come tradizione, proporrà invece cocktail, gelati, cioccolate e pasticceria degli artigiani del gusto, mentre ad accompagnare ogni portata saranno champagne e spumanti, birre e vini anche del territorio aretino.

La serata di “Capolavori a Tavola” è motivata da una più alta finalità benefica, con il ricavato di questa edizione che verrà devoluto in sostegno a Ospedale e Protezione Civile del Casentino attraverso l’Associazione C3 - Centro Creativo Casentino Onlus di Bibbiena. Per partecipare all’evento è obbligatoria la prenotazione recandosi presso lo stesso C3, chiamando lo 0575/16.45.344, il 340/27.94.896 (Stefania), il 347/39.41.396 (Deborah) o il 335/34.31.86 (Simone), o compilando gli appositi form sui siti www.capolavoriatavola.com e www.centrocreativocasentino.it. «Il format di “Capolavori a Tavola” - spiega Fracassi, - abbina da sempre la grande cucina alla solidarietà e, quest’anno, ci sembrava doveroso destinare un aiuto a chi ha avuto un ruolo in prima linea nell’attuale periodo di emergenza sanitaria. Questa edizione dell’evento ha richiesto un enorme sforzo organizzativo legato alle misure per la prevenzione del contagio e, proprio per questo, ha un valore particolare perché rappresenta una delle prime occasioni per tornare a stare insieme e per riscoprire i piaceri legati alla ristorazione e ai suoi grandi protagonisti».