Flaminia vs Sangiovannese 2 - 3

Non finisce di stupire la Sangiovannese di Iacobelli che vince anche a Civita Castellana e si porta a meno due dalla zona Play Off.
11.04.2021 22:13 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: forzasangio.it
Flaminia vs Sangiovannese 2 - 3

Flaminia vs Sangiovannese 2 - 3

FLAMINIA: Grussu, Gasperini, Fe (46’ Coracci), Guadalupi (93’ Ortenzi), Modesti, Lazzarini, Sirbu, Canestrelli (46’ Manoni), Cruz Da Silveira (60’ Ingretolli), Traditi (69’ Pagliaroli), Sciamanna. A disp.: Nocco, Massaccesi, Staffa, Barduani. All.: Rambaudi

SANGIOVANNESE: Cipriani, Barellini, Migliorini (94’ Mencagli), Baldesi, Videtta, Rosseti, Bencini (75’ Lorenzoni), Ceccuzzi, Falomi (83’ Jukic), Gerardini (59’ Romanò), Lunghi. A disp.: Allegranti, Bianchi, Vannini, Cirri, Nannini. All.: Pallari (Iacobelli squalificato). 

ARBITRO: Fabio Franzò di Siracusa, coad. da Romualdo Piedipalumbo di Torre Annunziata e Davide Di Dio di Caltanissetta. 

RETI: 4’ Gerardini, 34’ Sciamanna, 37’ Bencini, 66’ Rosseti, 77’ Ingretolli. 

NOTE: Ammonito Rosseti, Gasperini, Cipriani, Modesti. Recupero 1’+5’. 

Non finisce di stupire la Sangiovannese di Iacobelli che vince anche a Civita Castellana che scava a questo punto un bel solco fra se e la zona play-out, inguaiando invece il Flaminia. Partenza sprint dei valdarnesi che al 4’ sono già in vantaggio: azione corale degli azzurri, Bencini per Lunghi, da questi a Migliorini che crossa al centro dove Gerardini è ben appostato e di piatto mette dentro lo 0-1. I laziali reagiscono subito, al 7’, con un pericoloso tiro cross di Sirbu, pallone sull’esterno della rete. La Sangio però non si limita a difendersi e al 13′ Lunghi, dalla distanza, conclude centrale, quindi al 24′ Migliorini, in area, ci prova con il destro suo piede non preferito e i risultati non sono memorabili. Tre minuti dopo sempre il numero 3 ospite ci prova ancora, stavolta col mancino, e mette fuori di poco. Poco dopo la mezzora ecco il pari dei padroni di casa: sugli sviluppi di un angolo, Sciamanna sul secondo palo, lasciato troppo libero dalla difesa toscana, castiga la Sangiovannese per il pareggio. Ma l’1-1 dura appena tre minuti: gran lancio di Cipriani, liscio della difesa laziale e Bencini, una volta entrato in area, confeziona un gol splendido a giro: 1-2! Il primo tempo si chiude quindi con la Sangio meritatamente in vantaggio.

Nella ripresa il Flaminia parte con il piede sull’acceleratore e al 3′ Cruz, dal limite, spara altissimo, quindi al 7′ Sirbu, col mancino, dal limite, mette sopra la traversa. La Sangio però non demorde e dopo aver reclamato per un ′ contatto sospetto in area laziale su Ceccuzzi al 19’, al 21’trova il terzo gol con Rosseti che di testa su angolo trova il varco giusto. I laziali sono colpiti, ma non sono morti e dopo essere stati pericolosi al 24′ con Gasperini di testa su angolo (alto sulla traversa), trovano il gol che riapre la gara al 32’ grazie a Ingretolli in spaccata su cross di Sirbu, lasciato troppo libero di crossare. A dieci dalla fine brivido per i tifosi azzurri quando Sciamanna su punizione fa la barba al palo! È l’ultima emozione del match: la Sangio trionfa e mette una seria ipoteca sulla salvezza.