Grassina-Follonica Gavorrano 1-1

Intensi, nervosi, con tecnica e spettacolo. I 96 minuti di Grassina-Follonica Gavorrano restituiscono ai rossoverdi di mister Innocenti un punto che permette loro di agganciare lo Scandicci a lunghezze in classifica.
17.02.2021 19:24 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: Ufficio Stampa ASD Grassina Lorenzo Topello
Grassina-Follonica Gavorrano 1-1

Grassina-Follonica Gavorrano 1-1

 GRASSINA (4-4-2): Cecchi, Del Lungo (67’ Marafioti), Salvadori, Villagatti, Benvenuti, Diarrassouba (63’ Bellini), Zagaglini, Torrini (84’ Rocchini), Calosi (84’ Matteo), Baccini, Guidotti (63’ Marzierli). A disp.: Petrucci, Gianneschi, Rosi, Candia. All.: Matteo Innocenti.

FOLLONICA GAVORRANO (4-4-2): Trombini, Valerio (54’ Grifoni), Dierna, Zini (54’ Farini), Bruni, Tomassini (24’ Lombardi), Lo Sicco, Apolloni, Papini, Mencagli, Corioni. A disp.: Ombra, Cassini, Cordovani, Rosini, Luzzetti, Ampollini. All.: Giancarlo Favarin.

ARBITRO: Negrelli di Finale Emilia, coad. da Gentile di Teramo e Carchesio di Lanciano.

RETI: 52’ Calosi, 81’ Dierna.

NOTE: Espulso al 74’ Baccini per comportamento antisportivo. Ammoniti Villagatti, Benvenuti, Zagaglioni, Bruni, Dierna, Corioni. Tiri in porta 4-3. Tiri fuori 1-9. Angoli 3-7. Fuorigioco 2-0. Recuperi 1’+6’.

Finisce uno a uno al Pazzagli, e i rossoverdi hanno anche parecchio da recriminare visto il rosso insensato nei confronti di Baccini sul punteggio di uno a zero per il Grassina a un quarto d’ora dalla fine che manda inevitabilmente in apnea Villagatti e soci, fino a quel momento in totale controllo del match, fino al pari maremmano di Dierna a dieci minuti dalla fine e relativi tentativi del Gavorrano di far sua l’intera posta, ma invano.

I rossoverdi stupiscono in sede di formazione: Villagatti torna dopo l’infortunio e fa coppia di esperienza con Salvadori, con Del Lungo a destra e Benvenuti dirottato a sinistra; detto della coppia Zagaglioni-Torrini in mezzo al campo, il nuovo acquisto Calosi e Diarrassouba si prendono le fasce, mentre il tandem Baccini-Guidotti agisce in avanti. Un 4-2-fantasia che restituisce spettacolo e dinamismo offensivo, oltre al fondamentale lavoro di Calosi e Diarrassouba in fase di ripiegamento: lo scacchiere di Innocenti funziona, e concede agli ospiti solo un paio di tiri da fuori nei primi venti minuti (Mencagli e Lo Sicco), mentre i rossoverdi ci provano con Baccini (Trombini blocca). Alla mezzora super occasione per il Grassina: Diarrassouba lancia Del Lungo in contropiede solitario con Guidotti ad accompagnare, ma il classe 2003 prova a calciare e trova la risposta di Trombini. Gli ospiti si fanno vedere al 38’ con una punizione di Lo Sicco che sbatte sulla base del palo. Poi è intervallo.

Nella ripresa i rossoverdi passano: si va per linee verticali, da Zagaglioni a Baccini all’incursione di Calosi che, dal limite dell’area, pennella una magia all’angolino, imparabile per l’estremo difensore ospite: 1-0 ed è subito festa per il “figliol prodigo” Calosi che già lo scorso anno aveva lasciato ottimi ricordi in rossoverde. Gli ospiti non pungono, il Grassina prova a chiuderla con i subentrati Bellini e Marzierli: il primo, in particolare, prova il destro da fuori, strozzato (72’). Ma poco dopo arriva la svolta negativa del match: il signor Negrelli di Finale Emilia si inventa letteralmente un roso all’indirizzo di Baccini, incredulo, per un fallo che sembra un normalissimo contatto di gioco. I rossoverdi, ridotti in dieci, abbassano logicamente la pressione e incassano il pari di Dierna all’81 con una potente rasoiata da dentro l’area. Nel finale il Follonica Gavorrano colpisce una traversa con Lombardi e va vicino al gol con un colpo di testa di Mencagli, ma dopo sei tiratissimi minuti di recupero il risultato non cambia più. Il Grassina torna a muovere la classifica e resta con l’amaro in bocca per una gara che, senza l’episodio di protagonismo dell’arbitro, probabilmente avrebbe vissuto un finale assai diverso. Ma è un punto che restituisce fiducia e certezze: adesso testa alla sfida con la capolista Trastevere.