… con Marco Santoni, Allenatore Juniores Regionale d' Elite Olmoponte

Marco Santoni:”In settimana ci siamo confrontati con i ragazzi e deciso di cambiare qualcosa a livello tattico ed alla fine è andata bene”.
19.01.2020 10:36 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: La Redazione di Sport a Km 0
… con Marco Santoni, Allenatore Juniores Regionale d' Elite Olmoponte

Il successo esterno maturato sul campo del Lammari porta serenità in casa dell 'Olmoponte e il Tecnico Marco Santoni, commenta l'importanza di questi tre punti, per l'economia della classifica, spiega come è stata preparata e come si sono comportati i ragazzi in campo.

La prima valutazione di Marco Santoni è quella di valutare l'approccio alla partita e la continuità di gioco dei suoi ragazzi:” Nell’arco dei 90min abbiamo concesso all’avversario un solo tiro in cui Angori è stato bravissimo a neutralizzare l’offensiva avversaria; questa vittoria ad oggi ci da 11 punti di vantaggio sulla terzultima posizione, stiamo facendo bene”.

L'Olmoponte è ormai lanciato a ritagliarsi uno spazio importante in questa categoria, la posta in palio è davvero alta, perchè questa formazione è da considerarsi a tutti gli effetti la “locomotiva” di tutto il settore giovanile del Club Aretino e Marco Santoni ne è consapevole e svolge il suo lavoro in maniera attenta, come ci conferma:”Avevamo preparato la partita in base al campo e all’avversario essendo che giocavamo fuori casa; in settimana ci siamo confrontati ed abbiamo deciso con il gruppo di cambiare qualcosa a livello tattico, cercando tramite le verticalizzazioni, l’appoggio di prima intenzione della punta centrale sul trequartista per gli inserimenti dei terzini e delle mezzali”.

Scelta tattica azzeccata, perchè l' Olmoponte ha saputo cogliere l'intera posta in palio e concedere davvero poco agli avversari. Marco Santoni:”I ragazzi con molta dedizione si sono ben approcciati a queste soluzioni offensive; i due calci di rigore sono nati proprio con questi sviluppi offensivi e specie nel primo tempo abbiamo espresso anche delle buone trame giocando a un tocco mettendo in costante difficoltà l’avversario che ci ha consentito di portare a casa i tre punti”.