Ravezzani: 'La proprietà dell'Inter avrebbe già deciso di non proseguire con Conte'

Ravezzani a Radio Radio ha dichiarato che il Gruppo Suning sarebbe pronto a dare il suo addio a Conte per puntare su Allegri dalla prossima stagione
11.07.2020 08:20 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: blastingnews.com di Francesco Matino
Ravezzani: 'La proprietà dell'Inter avrebbe già deciso di non proseguire con Conte'

Inter-Antonio Conte: il connubio potrebbe interrompersi prima del previsto. L'indiscrezione è stata lanciata da Fabio Ravezzani, il quale ha chiarito che si tratta di una notizia diffusa dal collega Luca Momblano. Il direttore del Gruppo Mediapason è intervenuto a Radio Radio e ha detto a chiare lettere che il Gruppo Suning (proprietario dell'Inter) avrebbe ormai deciso di chiudere il rapporto professionale con Conte al termine di questa stagione. Si tratterebbe di una scelta già fatta da un po' di tempo, dunque non legata agli ultimi risultati deludenti della squadra nerazzurra, compreso il recente pareggio per 2-2 in casa del Verona.

Ravezzani sostiene che i proprietari cinesi dell'Inter non abbiano particolarmente gradito alcune esternazioni del tecnico pugliese. D'altronde, una situazione simile si è verificata anche in passato con la dirigenza del Chelsea e poi è arrivato il divorzio tra le parti. Il giornalista milanese ha sottolineato che la "paternità" dell'indiscrezione appartiene a Luca Momblano, aggiungendo che nelle prossime ore si metterà al lavoro per verificare ulteriormente la notizia.

Proseguendo nel suo intervento, l'ex opinionista di Telelombardia ha detto che l'Inter sarebbe piuttosto contrariata delle lamentele dell'allenatore leccese, il quale in diverse interviste ha fatto capire di essersi ritrovato con un "pacchetto" da gestire.

In realtà, guardando alle ultime operazioni di mercato, il club milanese ha acquistato 12 nuovi calciatori e ne ha venduti otto. Per questo motivo, il Gruppo Suning riterrebbe "inaccettabili" le giustificazioni addotte da Conte sul rendimento poco esaltante di Handanovic e compagni. "L'Inter è stata rivoltata come un calzino", ha evidenziato Ravezzani.

Ravezzani: 'La partita spartiacque è stata l'eliminazione col Barcellona'

Fabio Ravezzani sostiene che il presidente nerazzurro Zhang abbia cominciato a perdere fiducia nei confronti di Antonio Conte già da dicembre, dunque il malumore della proprietà non sarebbe recente. Il giornalista ha svelato che "la partita spartiacque" è stata quella di Champions League con il Barcellona quando la formazione milanese ha perso a San Siro per 1-2 e ha detto addio alla competizione europea già ai gironi di qualificazione.

Da quel momento, la squadra ha risentito del contraccolpo psicologico, infatti la media punti è scesa da 1,6 e secondo Suning la responsabilità sarebbe del tecnico che non sarebbe stato in grado di gestire la situazione.

Di conseguenza, la posizione della proprietà cinese dell'Inter nei confronti di Antonio Conte si sarebbe irrigidita e soprattutto non sarebbe più disposta ad essere messa in discussione ogni volta dal tecnico. E questa, secondo Ravezzani rappresenta "una cosa determinante nel chiudere il rapporto".

Le parole del direttore di Mediapason trovano conferma in un tweet pubblicato da Luca Momblano. Questi ha di fatto confermato la sua indiscrezione, scrivendo che i proprietari dell'Inter avrebbero ormai già deciso di interrompere la collaborazione con l'ex Chelsea e che nessuno all'interno della società starebbe difendendo la posizione dell'allenatore.