Campionato Femminile Nazionale di Serie B : GRIFO PERUGIA- ACF AREZZO 1-2

Il tecnico Lorenzini: Avevamo metabolizzato la sconfitta della scorsa settimana con serenità,sapevamo che una vittoria ci avrebbe permesso di ritrovare il giusto slancio.
05.02.2018 22:11 di Antonio Bruno  articolo letto 244 volte
Fonte: Ufficio Stampa ACF Arezzo, Elettra Fiorini
Campionato Femminile Nazionale di Serie B : GRIFO PERUGIA- ACF AREZZO 1-2

GRIFO PERUGIA- ACF AREZZO 1-2

Grifo Perugia: Bayol, Alessi (63’ Narcisi), Monetini, Fiorucci C., Ferretti, Tuteri, Rosmini (87’ Petasecca), Brozzetti (71’ Pellegrino), Fiorucci G., Bianconi (46’ Silvioni), Ceccarelli. A disposizione: Cerasa, Timo, Bylykbashi. Allenatore: Valentina Belia

Acf Arezzo: Antonelli, Verdi, Di Fiore (75’ Zeghini), Aterini, Binazzi, Baracchi (58’ Paganini), Naticchioni, Arzedi, Carta (89’ Bove, Moscia, Mencucci. A disposizione: Pastorelli, Perricci, Orsi. Allenatore: Marx Lorenzini

Arbitro: Sig. Silvio Torreggiani (sezione di Civitavecchia)

Assistente 1: Sig. Michele Massini (sezione di Perugia) – Assistente 2: Sig. Luigi Zimbardi (sezione di Perugia)

Marcatrici: 61’ Moscia, 83’ Verdi rig. (A), 92’ Narcisi

AREZZO- Il cielo su Perugia si tinge ancora una volta di amaranto grazie all’entusiasmante vittoria registrata dall’Arezzo Calcio Femminile al comunale San Sisto nel derby contro le colleghe grifate. Un successo che ha permesso alle aretine di riscattarsi dalla sconfitta casalinga contro la capolista Florentia dello scorso weekend mantenendo ad una distanza di cinque punti le inseguitrici Novese e Lavagnese.

Orfano di Razzolini, capitan Teci e Casula, mister Lorenzini chiama alla propria corte alcuni rinforzi dalla formazione Primavera (in panchina le under Orsi, Perricci, Bove e Paganini) schierando fin dal primo minuto Antonelli in porta, Aterini, Binazzi (con la fascia da capitano), Naticchioni, Mencucci, Arzedi, Verdi, Baracchi, Moscia, Di Fiore e Carta.

Al fischio d’inizio le squadre si mostrano subito agguerrite e decise a portare il risultato in cascina dando vita ad un match ricco di occasioni e colpi di scena. Già al 10’ le amaranto cominciano a rendersi pericolose con un bel tentativo di Verdi che però non trova la conclusione. Non tarda, tuttavia, ad arrivare la risposta delle padrone di casa che, al quarto d’ora, cerca il vantaggio con Fiorucci che sbaglia colpendo in pieno la traversa. Le amaranto non si lasciano spaventare dalla mancata occasione delle grifate e, più determinate che mai, si riversano all’attacco chiudendo le avversarie nella loro metà campo: al 20’ è infatti la volta di Carta che, sfruttando una leggerezza difensiva delle biancorosse, s’invola verso l’area piccola lasciando partire un bolide che finisce alto oltre la porta.

E se il primo tempo finisce a reti inviolate, la ripresa si rivela subito foriera di emozioni. Malgrado il piglio con cui le aretine rientrano in campo, la prima occasione spetta alle umbre che al 47’ cercano il gol con Ceccarelli. Una provvidenziale uscita di Antonelli sventa la minaccia e la palla, sulla cui ribattuta interviene sempre il capitano biancorosso, si stampa nuovamente sulla traversa. Determinate a non subire, le amaranto salgono dunque in cattedra aprendosi subito un varco con Di Fiore che, dopo aver rubato la sfera a Rosmini, avanza nei pressi di Bayol calciando però troppo alto. Il vantaggio per le ragazze di Lorenzini arriva infatti al 61’ con Moscia che, crossando dalla sinistra della porta, insacca alle spalle dell’estremo difensore perugino. Si apre da qui un’emozionante parentesi in cui l’Arezzo sembra non voler lasciare più fiato alle avversarie dando il via ad una lunga serie di occasioni da gol. Il raddoppio giunge però all’83’: su un fallo di mano di Rosmini, il direttore di gara assegna un rigore alle aretine. Sul dischetto si presenta Verdi (nelle ultime due stagioni la numero 10 amaranto ha posto la propria firma su tutti e quattro i match disputati contro la Grifo, ndr.) che, con estrema freddezza inganna Bayol siglando il 2-0. Negli ultimi minuti di gioco le umbre provano ad accorciare le distanze: ci riescono al 92’ con Narcisi che, sferrando un preciso rasoterra, trova soltanto il gol della bandiera.

Al triplice fischio le aretine mettono in cassaforte la tredicesima vittoria stagionale portandosi a quota 42 punti e blindando ulteriormente il secondo gradino del podio in vista degli ultimi due match che le separano dal turno di riposo e dal canonico stop di febbraio.

“Vincere il derby ci rimette in carreggiata riportando l’umore ad un ottimo livello- commenta il tecnico Marx Lorenzini.- Avevamo metabolizzato la sconfitta della scorsa settimana con grande serenità, tutti noi sapevamo che, contro la Grifo, soltanto una vittoria ci avrebbe permesso di ritrovare il giusto slancio. Le ragazze sono scese in campo con determinazione ed umiltà ed hanno provato fin da subito ad imporre il proprio gioco tenendo le redini della gara per quasi i tutti i novanta minuti della sua durata. Con un pizzico in più di cinismo sotto porta avremmo anche potuto permetterci di lasciarle a bocca asciutta, ma in fin dei conti abbiamo concesso pochissimo sostenendo ritmi di gioco davvero intensi. Adesso testa all’ultimo match toscano contro il Pisa.”