A Tu per Tu con Daniele Menchetti, difensore della Castiglionese

Daniele Menchetti:"Le 350 presenze sono un bel traguardo ed è stato possibile, per la passione che ho per la Città e questa maglia".
05.02.2018 22:38 di Antonio Bruno  articolo letto 768 volte
A Tu per Tu con Daniele Menchetti, difensore della Castiglionese

Il capitano giallo viola, Daniele Menchetti, nel confronto di domenica scorsa, con le Badesse ha raggiunto 350 presenze, con la Castiglionese, un bel traguardo che sembra una storia di altri tempi, visto che di bandiere nel calcio, c'è ne sono sempre meno e Daniele Menchetti è una bandiera importante e punto di riferimento, per i compagni. Il capitano, poi,  oltre a commentare la sua passione che lo lega alla Castiglionese, parla del successo di domenica e di campionato, dal momento che la squadra è in piena corsa, per raggiungere la salvezza. Daniele Menchetti:”Sono arrivato a 350 presenze ed è un bel traguardo, certamente la mia passione per questa città e questa maglia è grande e spesso è proprio lei che mi spinge a dare quel qualcosa in più. Non è facile giocare per cosi tanto tempo nella stessa squadra, soprattutto quando è quella della tua città: la responsabilità è tanta, ti arrivano sempre all’ orecchio voci belle e brutte, e ciò non ti dà mai modo di rilassarti e di staccare, come possono fare gli altri”. In chiave salvezza, il successo sulle Badesse è netto, fondamentale e può, rappresentare la partita della svolta, per la Castiglionese. Daniele Menchetti:”La partita di ieri è stata da subito preparata come il dentro o fuori dal treno di coda, e grazie alla nostra vittoria siamo riusciti a rientrare nel gruppo che lotta per la salvezza. Da qui alla fine del campionato saranno tutte battaglie e certamente possiamo considerare la partita di ieri quella della svolta”. Adesso bisogna trovare la continuità di risultati, la classifica resta corta e, sopratutto, la castiglionese, deve dimostrare di essere una squadra di carattere. Daniele Menchetti:” Certamente adesso non possiamo più permetterci di sbagliare perché non basta soltanto non perdere gli scontri diretti , ma è indubbiamente necessario provare a vincere e guadagnare punti a discapito delle dirette concorrenti! Prima di tutto ci vuole concentrazione, poi se riusciremo a “stare tutti in tiro” credo proprio che potremmo risollevare questa stagione!”.