Lega Pro : Arezzo Matelica 2 – 0

21.02.2021 19:02 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: La Redazione di Sport a Km 0
Lega Pro : Arezzo Matelica 2 – 0

Lega Pro : Arezzo Matelica 2 – 0

AREZZO (4-4-2): 1 Sala; 15 Maggioni (34' st 37 Serrotti), 5 Sbraga, 3 Cherubin (9' st 16 Luciani), 19 Pinna; 4 Arini, 31 Di Paolantonio (34' st 36 Karkalis), 46 Altobelli; 44 Iacoponi, 27 Perez (17' st 8 Carletti), 24 Piu. A disposizione: 13 Melgrati, 6 Soumah, 10 Cutolo, 11 Cerci, 25 Sussi, 26 Ventola, 29 Kodr, 35 Zitelli. Allenatore: Roberto Stellone.

MATELICA (4-3-3): 28 Vitali; 14 Tofanari, 9 Zigrossi, 4 De Santis, 3 Di Renzo (32' st 27 Maurizii); 19 Calcagni (10' st 11 Balestrero), 8 Pizzutelli, 5 Bordo; 7 Volpicelli (32' st 21 Peroni), 17 Moretti (21' st 29 Alberti), 23 Franchi (10' st 10 Leonetti). A disposizione: 1 Cardinali, 2 Fracassini, 11 Balestrero, 26 Ruani. Allenatore: Gianluca Colavitto.

ARBITRO: Eduart Pashuku di Albano Laziale (Amedeo Fine di Battipaglia - Michele Collavo di Treviso). Quarto uomo: Michele Delrio di Reggio Emilia.

RETI: pt 13' Altobelli; st 1' Iacoponi. 

Note : Angoli: 1-8. Ammoniti: pt 17' Pinna, 35' Perez, 40' Cherubin, 42' Calcagni; st 14' Altobelli, 40' Zigrossi.

Ritorna il sole al Città di Arezzo e l 'Arezzo ritrova il sorriso con il primo successo stagionale maturato fra le mura amiche ed ai danni del Matelica. La prima vittoria stagionale arriva anche in merito alla migliore prestazione che gli amaranto hanno saputo offrire nel corso di questa stagione, giocando con la mentalità giusto dis quadre che si deve salvare offrendo una fase difensiva importante, con el giuste coperture e le giuste ripartenze. Infatti a prendere l' iniziativa del gioco, sin dal fischio d' inizio è la formazione ospite che guadagna una certa supremazia territoriale e da una certa continuità alla sua azione offensiva ed Arezzo chiuso all' indietro ed in grado dis tringere i denti, andare al raddoppio delle marcature e chiude bene gli spazi, senza mai andare in affanno. Le novità nella formazione amaranto sono quelle di rivedere in campo, nella formazione iniziale l' attaccante Perez, insieme a di Di Paolantonio nella posizione di Play d'avanti alla difesa e il talentuoso Iacoponi a sacrificarsi ad accorciare gli spazi fra i centrocampisti e gli attaccanti.

Naturalmente con il Matelica proiettato in avanti l' Arezzo non resta a guardare e prova più volte a ripartire in velocità, in contropiede e quando prova il palleggio, con Iacoponi, Perez, Arini arriva la triangolazione che consente ad Arini pescare liberissimo Altobelli, appostato nell' aria piccola e dopo un buon controllo, realizzare da due la rete che sblocca la gara. Poco dopo l' Arezzo si ripete, sull' ali dell'entusiasmo sviluppa un' azione in velocità sulla corsia destra e palla nel mezzo, dove prima Perez, poi Piu mancano la facile deviazione a rete. Riordinate l' idee il Matelica si ripropone in avanti, cercando di sfruttare alcuni calcio piazzati, Volpicelli scodella nel mezzo e Sala nel mucchio con decisione respinge di pugno. Ancora il numero uno amaranto in evidenza ed intervenire ancora di pugno, sugli sviluppi di un calcio d'angolo ed allontanare la minaccia. L' Arezzo risponde con un cross di Di Paolantoni respinto dalla retroguardia avversaria, dove dal limine interviene Altobelli e conclusione di prima intenzione e pallone che sfiora l' incrocio dei pali.

Ad inizio ripresa il raddoppio dell' Arezzo, la squadra amaranto e carica e determinata e cerca l' affondo in velocità per corsie esterne e Iacoponi prima favorisce la triangolazione con i compagni, poi quando riceva il passaggio di ritorno tenta e trova l' azione di sfondamento per farsi spazio fra le maglie della difesa avversaria e da posizione defilata non lascia scampo a Vitali, spedendo il pallone ad insaccarsi sul secondo palo. Poi la girandola delle sostituzione e Luciani, da poco entrato in campo, dal limite prova la conclusione a sorpresa e pallone si infrange sulla traversa e sulla ribattuta è Altobelli a concludere di prima intenzione, Vitali, questa volta si salva in due tempi. Peccato, perchè la conclusione di Luciani, meritava migliore fortuna. Sul fronte opposto è Leonetti a provare ad impensierire Sala e pallone che esce fuori di poco. Nel finale, poi, il Matelica si gioca il tutto per tutto per rientrare in partita, ma .. questo Arezzo sa stringere i denti, sacrificarsi e lottare, senza mai concedere niente all' avversario e portare a casa questi tre punti meritati che aprono uno spiraglio nuovo per la lotta salvezza.