Serie C Silver : GAS AND HEAT CUS PISA – COSTONE SIENA 76-63

10.06.2021 22:25 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: Ufficio Stampa Cus Pisa Basket
Serie C Silver :  GAS AND HEAT CUS PISA – COSTONE SIENA 76-63

GAS AND HEAT CUS PISA – COSTONE SIENA 76-63

Parziali: 26-19, 40-37, 56-51.

VISMEDERI COSTONE: Ceccarelli 14, Juliatto 7, Bruttini 11, Ondo Mengue 22, Pinna 2, Lucas Silveira 4, Angeli 9, Bonelli 3, Ricci 4, Ciompi ne, Tognazzi ne, Falsetti ne. All. Braccagni

GAS AND HEAT CUS PISA: Fiorindi 2, Benini 4, Italiano 12, Siena 6, Lazzeri Al. 15, Lasala 10, Lazzeri An. 6, Quarta 3, Mangoni, Giovani 5, Giannelli ne, Mariotti ne. All. Angiolini

Niente da fare per il Cus Pisa che spreca il primo match point per la finalissima promozione in una calda serata infrasettimanale senese al cospetto di un Costone che, a differenza di gara 1, ha mostrato aggressività ed intensità superiori agli universitari. Come avevamo preannunciato in sede di presentazione è stata una partita completamente diversa dal monologo andato in scena solo tre giorni prima al PalaCus, con i gialloblù che hanno giocato praticamente privi del loro più importante uomo di riferimento Luca Benini che reduce da un colpo ricevuto nella partita precedente è stato in forse fino all’ultimo per poi essere schierato solo pochi minuti senza poter incidere sul match, come suo solito. Sin dalle prime battute si è capito che sarebbe stata dura per i pisani che apparivano stranamente morbidi in difesa concedendo molto agli avversari nel primo quarto ed è solo grazie ad un monumentale Alberto Lazzeri che riuscivano a limitare i danni (26 a 19). Il secondo quarto appariva più equilibrato e grazie alle iniziative offensive di Andrea Italiano ed Angelo Lasala gli ospiti riuscivano ad impattare il match sul 37 pari, regalando ai senesi un rimbalzo in attacco a seguito di un tiro libero sbagliato finalizzato con un canestro allo scadere che fissava il punteggio sul 40-37.

Le cose non cambiavano molto nella seconda metà della gara con il Costone sempre avanti con Ceccarelli e Mengue a punire costantemente una, spesso distratta, difesa gialloblù ed il Cus Pisa ad inseguire con sempre maggiore affanno. Nel finale le speranze degli ospiti, che riuscivano a portarsi sul -3 (61-58), si infrangevano a seguito di un canestro da fuori del solito Mengue lasciato colpevolmente libero e di una successiva realizzazione a seguito dell’ennesimo rimbalzo offensivo concesso. Nel finale Bruttini, fino a quel momento abbastanza in ombra si scatenava trascinando i suoi sul 76 a 63 finale che punisce eccessivamente i pisani. A questo punto, quindi, tutto è rimandato a domenica quando al PalaCus si giocherà gara 3 che deciderà chi andrà in finale contro la vincente di Quarrata Fucecchio ( a loro volta sull’1 a 1). Sarà una partita dura tra due squadre che meriterebbero entrambe la chance di giocarsi la promozione nella finale. Ma, purtroppo, solo una delle due continuerà il percorso e sarà quella che dimostrerà maggiore lucidità ed intensità durante tutto l’arco dei 40 minuti finali. Per i gialloblù la necessità di resettare tutto per recuperare le energie fisiche e mentali e farsi trovare pronti.