ECCELLENZA Poule Serie D : Livorno vs Tau Altopascio 0 - 1

Incredibile al Picchi, sconfitta clamorosa, Vantaggiato sbaglia un rigore e Livorno rimandato tutto agli spareggi Nazionali nel Lazio
15.05.2022 23:11 di Antonio Bruno   vedi letture
Fonte: Ufficio Stampa amaranta.it
ECCELLENZA Poule Serie D : Livorno vs Tau Altopascio 0 - 1

Livorno-Tau Altopascio 0-1

LIVORNO: Pulidori, Apolloni (56' Frati), Ferretti (88' Giampà), Vantaggiato, Pulina (50' Petronelli), Palmiero (80' Panebianco), Giuliani, Gelsi (66' Bellazzini), Pecchia, Luci, Russo. A disp.: Fontanelli, Ghinassi, Gargiulo, Marinai. All.: Angelini

TAU ALTOPASCIO: Di Biagio, Fattorini (77' Fazzini), Quilici, Anzilotti, Mancini, Carani, Antoni, Pratesi (66' Lucchesi), Mengali (88' Granito), Doveri (96' Benedetti G.), Benedetti R. (66' Falorni). A disp.: Di Cicco, Pardini, Menconi, Borgia. All.: Cristiani.

ARBITRO: Lorenzo Nencioli di Prato, coad. da Daniele Nesi di Firenze e Gianluca Stella di Grosseto.

RETI: 37' Benedetti R.

NOTE: Spettatori 6.000 circa. Angoli 7-0. Ammoniti Carani, Luci, Mancini, Fattorini, Anzilotti, Russo, Quilici. All'81' Di Biagio para un rigore a Vantaggiato. Recupero 1'+8'.

Un'amarezza enorme. Enorme. Nell'ultima e decisiva partita della Poule Promozione il Livorno cede in casa 0-1 al Tau Altopascio e dice addio alla Serie D diretta. Al piano di sopra ci vanno proprio i lucchesi insieme al tanto discusso Figline che in attesa delle decisioni della giustizia sportiva può festeggiare. A risolvere la partita la rete n contropiede di Benedetti al 31' del primo tempo. Ma pesa come un macigno il rigore fallito da Vantaggiato a dieci minuti dalla fine. Adesso per gli uomini di Angelini c'è la lotteria dei playoff nazionali. Ma è un epilogo comunque amarissimo.

Angelini lancia Apolloni titolare a furor di popolo con Bellazzini che parte dalla panchina. Come previsto il sostituto dello squalificato Franzoni è Pulina mentre tra i pali c'è Pulidori al posto dell'infortunato Mazzoni. In casa Tau Cristiani affida a Benedetti le chiavi dell'attacco. Davanti a 6mila innamorati amaranto, una spettacolo per l'Eccellenza, il copione della partita è quello previsto: Livorno che fa la partita con il Tau, a cui basta un pari, tutto chiuso dietro e pronto a ripartire. L'approccio alla gara degli amaranto è quello giusto ma un'eccessiva frenesia impedisce al Livorno di concludere con la necessaria lucidità. E dove non arriva il portiere Di Biagio, bravo ma comunque non chiamato agli straordinari, arriva la sfortuna. Clamorosa la traversa centrata da Gelsi di testa all'11'. Il Tau sornione soffre il giusto ma limita abbastanza il dominante possesso palla livornese e dopo aver scaldato i guantoni a Pulidori con Benedetti al 40' con il più classico dei contropiedi passa in vantaggio con Benedetti che vince un contrasto con Russo si invola sulla fascia, si accentra e scarica in rete. La reazione del Livorno è in una bella punizione di Vantaggiato che però scheggia il palo.

Nella ripresa il clima si scalda, non solo per la temperatura. Il Tau, legittimamente, spezzetta il gioco il più possibile e con il passare dei minuti il Livorno perde progressivamente lucidità. Angelini si gioca prima la carta Bellazzini e poi quella Frati e proprio quest'ultima mossa sembra quella azzeccata perché è proprio Frati al 35' a procurarsi un rigore per fallo di Mancini. Ma Vantaggiato che tante castagne dal fuoco aveva tolto in questa stagione stavolta tradisce e dal dischetto si fa parare il penalty da Di Biagio. È la mazzata finale. E quando all'ultimo tuffo, dopo otto minuti di recupero, la punizione dal limite del Toro si perde in Curva Nord, si spengono anche le ultime speranze. Tau (e Figline) in D, Livorno agli spareggi nazionali. Tra i fischi. (FONTE: amaranta.it)

Questo il commento del d.s. del Tau Maurizio Dal Porto dopo la vittoria contro il Livorno e la promozione in Serie D. “E’ l’epilogo perfetto di una stagione meravigliosa. Dobbiamo fare i complimenti a questi ragazzi per come hanno giocato e per come si sono allenati durante tutto l’anno. Oggi abbiamo dimostrato sul campo il nostro valore, nonostante i tanti infortuni e la stanchezza abbiamo portato a casa un risultato eccezionale. Probabilmente nessuno all’inizio dei play-off pensava che il Tau potesse fare questi risultati, invece i ragazzi e lo staff, insieme alla società, ci hanno sempre creduto, con ambizione ma anche tanta umiltà e questo è il giusto premio per tutti loro. Come ha detto mister Cristiani qualche settimana fa, il Tau non ha mai pensato di fare la comparsa in questi play off e così è stato. Voglio ringraziare personalmente tutti, nessuno escluso, perché tutti sono stati fondamentali. La società, lo staff tecnico, il gruppo squadra e tutti i collaboratori che sono riusciti, insieme, a creare un’amalgama che non avevo mai visto in tanti anni di calcio. Personalmente sono molto orgoglioso di quello che abbiamo fatto e contentissimo che giovani come Quilici e Di Biagio, ma anche Fattorini, Pratesi, Menconi, Fazzini, Pardini e Benedetti, si siano potuti mettere in mostra dimostrando quanto valgono nonostante la giovane età. Abbiamo disputato un match perfetto su un campo difficilissimo, in un clima infuocato e contro un avversario storicamente abituato ad altri palcoscenici…c’è solo da dire BRAVI a tutti, ora ci godiamo questo traguardo storico”.

CLASSIFICA (tra parentesi le gare giocate): Tau Altopascio 7 (4), Figline 5 (4), Livorno 4 (4)
Le prime due (Tau Altopascio e Figline) salgono direttamente in serie D; la terza (Livorno) va agli spareggi nazionali fra le seconde d’Eccellenza (29/5 e 5/6)