Virtus Verona - Arezzo, la vigilia di Gigi Fresco

07.02.2021 10:53 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: Ufficio Stampa Virtus Verona
Virtus Verona - Arezzo, la vigilia di Gigi Fresco

Gigi Fresco quasi non ci crede. La quarta vittoria consecutiva, arrivata al novantesimo nel derby di mercoledì a Legnago, diventa la copertina di una Virtus Verona che si appresta ad ospitare al Gavagnin - Nocini il fanalino di coda Arezzo. Avversario di cui il presidente allenatore rossoblu Luigi Fresco non si fida.

"Quattro vittorie consecutive nella storia professionistica della Virtus non erano mai successe, stiamo andando ben oltre ogni più rosea previsione. Non ci sono più aggettivi per commentare quello che stiamo facendo. I ragazzi anche a Legnago si sono dimostrati straordinari. Per una volta anche la fortuna ci ha restituito qualcosa, con quel gol realizzato al novantesimo dopo che nel recente passato ne avevamo subiti diversi allo scadere. Penso soprattutto a quello di San Benedetto del Tronto che in caso di parità, oggi ci vedrebbe con appena due sconfitte subite al pari della capolista Sudtirol". 

Quanto conta il fattore entusiasmo ed, a questo punto, dove vuole arrivare questa Virtus? "Il fattore entusiasmo conta tantissimo, a Legnago la consapevolezza ci ha spinto nel finale a cercare il gol quando magari lo 0-0 sembrava già scritto. Dove vogliamo arrivare? Il più presto possibile a quota 40, poi inizieremo a guardarci attorno. Ne riparliamo a fine mese. Nel frattempo continuiamo a giocarcela con tutti, come abbiamo sempre fatto finora".

Capito infortunati e formazione: "Non ci sono novità rispetto a mercoledì, saranno ancora fuori Amadio, Pinto e De Marchi. Mi fa piacere aver potuto rimettere in campo Zarpellon, la condizione di Manfrin cresce di partita in partita. Formazione? Cambieremo anche stavolta qualcosa come abbiamo fatto mercoledì e come avevamo fatto domenica scorsa contro l'Imolese".