Serie B Interregionale : USE BASKET – ABC SOLETTIFICIO MANETTI  73-56

A Empoli l’Abc Solettificio Manetti insegue per 40 minuti, l’Use vince 73-56 e si prende il derby di ritorno.
06.02.2024 23:40 di Antonio Bruno   vedi letture
Fonte: Camilla Trillò Ufficio Stampa Abc Castelfiorentino
Serie B Interregionale : USE BASKET – ABC SOLETTIFICIO MANETTI  73-56

USE BASKET – ABC SOLETTIFICIO MANETTI  73-56

Use Basket: Giannone 16, Baccetti, Sesoldi 9, Rosselli 6, Fogli, Calabrese 10, De Leone 3, Mazzoni 8, Quartuccio ne, Tosti ne, Cerchiaro 21. All. Valentino. Ass. Elmi, Cappa.

Totali: 14/34 (41%) da due, 8/30 (27%) da tre, 21/24 (88%) ai liberi, 48 rimbalzi (32 dif, 16 off), 14 assist.

Abc Solettificio Manetti: Rosi ne, Lazzeri , Corbinelli, Pucci 19, Viviani ne, Zaiets 5, Scali 9, Nepi 12, Cantini, Nannipieri 2, Delli Carri ne, Belli 9. All. Angiolini. Ass. Mostardi, Calvani.

Totali: 15/36 (42%) da due, 5/25 (20%) da tre, 11/14 (79% ai liberi), 34 rimbalzi (27 dif, 7 off), 8 assist.

Parziali: 24-16, 44-33 (20-17), 57-39 (13-6), 73-56 (16-17)

Arbitri: Sposito di Livorno, Rossetti di Rosignano.

Nella bolgia del PalaSammontana sarebbe realmente servita un’altra impresa all’Abc Solettificio Manetti per aggiudicarsi anche il derby di ritorno. Ma stavolta la concretezza e il cinismo dell’Use hanno fatto la differenza, con il campo empolese che si è nuovamente confermato vero e proprio fortino biancorosso. E alla fine dei giochi il 73-56 finale ha rispecchiato una gara sempre saldamente amministrata dai padroni di casa. Per l’Abc si è trattato un po’ della fotocopia del match di Serravalle, con i gialloblu che hanno accusato, oltre alla maggiore fisicità empolese nel pitturato, una serata davvero complicata dal punto di vista realizzativo. A questo, poi, si è aggiunto l’infortunio alla caviglia di Giovanni Corbinelli, che ha realmente gelato gli animi castellani e che nei prossimi giorni sarà valutato con tutti gli accertamenti del caso. A lui, adesso, il nostro pensiero più grande.

LA CRONACA

Quintetti
Use: Giannone, Cerchiaro, Calabrese, Mazzoni, Rosselli
Abc: Belli, Zaiets, Nepi, Pucci, Scali

Use appare più in palla fina dagli scambi iniziali, con Mazzoni a scrivere 8-0 in avvio. Di Pucci il primo canestro gialloblu dopo tre giri di cronometro, finché sul +10 biancorosso coach Angiolini è costretto a fermare il gioco. Al rientro Belli si iscrive a referto dall’arco per il 14-7, che diventa 18-12 a firma Pucci dopo otto minuti. La penetrazione di Nepi vale il 18-14, che sarà di fatto il minor distacco castellano, ma la conclusione di Cerchiaro in mezzo all’area tiene i biancorossi con la testa avanti fino al 24-16 su cui si va al primo riposo.

La tripla di Pucci inaugura la seconda frazione, ma proprio sul tentativo di reazione castellano Sesoldi dall’arco spezza la sfida infilandone tre a distanza ravvicinata: 35-19.  L’ex Scali da sotto batte un colpo ma l’Abc fatica a segnare e l’Use resta in saldo controllo, con il solito Cerchiaro a scrivere 40-21 dalla linea della carità. Mentre Belli prova a dare la scossa dalla lunga distanza, i gialloblu alzano la difesa ma il botta e risposta dalla lunetta favorisce i biancorossi che tengono così salda l’inerzia. Zaiets infila il 44-28, finchè nell’ultimo giro di lancette prima dell’intervallo Nepi si carica sulle spalle l’attacco gialloblu andando segno in penetrazione e poi cogliendo un fallo sull’arco che trasforma in un glaciale 3/3 dalla lunetta: 44-33 a metà gara.

Al rientro dagli spogliatoi, dopo svariati giri a vuoto da entrambe le parti, ancora Nepi col suo marchio di fabbrica riporta l’Abc sotto la doppia cifra di svantaggio (44-35), ma nel momento in cui l’inerzia sembra poter timidamente girare, Cerchiaro  e Giannone dalla lunga distanza mettono le mani sulla sfida: 50-35. È questo il momento in cui cade il gelo sulla panchina gialloblu, con Corbinelli che lascia il campo sorretto dai compagni. L’Abc accenna una reazione con Pucci e Zaiets (50-39), ma prima Giannone e poi Calabrese tengono l’Use saldamente avanti: 57-39 all terza sirena.

Nella frazione finale l’ultimo sussulto castellano arriva con due azioni personali di Pucci, che infila cinque punti in rapida successione (57-44). Ma di fatto l’epilogo non è mai in discussione e i titoli di coda partono ben prima della sirena finale.