Serie A2 : Ristopro Fabriano vs Tezenis Verona 56 - 70

La Tezenis Verona torna a vincere, battuta Fabriano, dopo 26 giorni dall’ultima gara giocata.
07.01.2022 20:24 di Antonio Bruno   vedi letture
Fonte: La Redazione di Sport a Km 0
Serie A2 : Ristopro Fabriano vs Tezenis Verona 56 - 70

RISTOPRO FABRIANO vs TEZENIS VERONA 56 - 70 

Parziali : 17-26, 20-14, 9-16, 10-14

RISTOPRO FABRIANO: Arik Smith 19 (2/6, 3/4), Ferdinando Matrone 10 (4/10, 0/1), Alessio Re 8 (1/1, 2/3), Marco Santiangeli 7 (0/2, 2/9), Elhadji Thioune 6 (2/4, 0/0), Gabriele Benetti 4 (1/6, 0/6), Roberto Marulli 2 (0/4, 0/5), Gianmarco Gulini 0 (0/1, 0/1), Marco Caloia 0 (0/0, 0/0), Pedro Fortunato 0 (0/0, 0/0)

TEZENIS VERONA: Xavier Johnson 22 (5/13, 2/2), Lorenzo Caroti 16 (2/3, 3/5), Claudio Tommasini 7 (2/2, 1/2), Guido Rosselli 7 (3/3, 0/2), Karvel Anderson 5 (1/2, 1/2), Nikola Nonkovic 5 (1/1, 1/2), Giovanni Pini 4 (1/7, 0/0), Liam Udom 4 (0/3, 1/5), Leonardo Beghini 0 (0/0, 0/0)

Nuovo anno riporta la luce in casa della Tezenis Verona Dopo la disfatta di San Severo dello scorso 11 dicembre, i Gialloblù tornano a vincere e a sorridere riuscendo ad avere la meglio su Fabriano, fanalino di coda in classifica, e rilanciarsi in campionato.

La gara vede partire forte il quintetto di coach romagnoli per poi giocarla a senso unico e già nel primo quarto indirizzare il risultato dalla loro parte, evidenziando sul parquet del Palatriccoli un'ottima capacità di muovere la palla, migliorando la transizione difensiva e riuscendo a raggiungere il più 14 nel secondo quarto. Al rientro dal riposo lungo Fabbriano prova a mettere in pratica la sua reazione .. fino ad arrivare a meno tre .. e gara che si fa più equilibra, anche perchè il quintetto ospite .. preferisce non rischiare e contenere le volate offensive degli avversari per poi riprendere in mano le redini del gioco nell'ultimo quarto dove emergono i limiti offensivi di Fabbriano, bloccato Smith le risorse in attacco sono davvero poche e un gioco da tre punti di Caroti e la successiva tripla di Tommasini danno a Verona il massimo vantaggio di lì a poco il quinto fallo di Matrone indebolisce ulteriormente il quintetto locale e Verona che può allungare nuovamente raggiungendo un vantaggio a due cifre, già nei minuti iniziali e in questo far partire i titoli di coda con il finale mai in dubbio.