Campionato di Prima Categoria : Viciomaggio vs Olmoponte 2 - 0

24.11.2019 18:17 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: Ufficio Stampa Viciomaggio, Alberto Berti
Campionato di Prima Categoria : Viciomaggio vs Olmoponte 2 - 0

 Viciomaggio vs Olmoponte 2 - 0

Viciomaggio: Galastri, Gallorini (59' Vedovini), Palazzi (59' Minocci), Rubechini, Iscaro, Verrazzani, Gallastroni,Palazzini, Morelli (78' Billi), Agretti (80' Rossi), Rotelli (59' Severi). All. Bracciali

OlmoPonte: Casini, Fiore, De Angelis, Faralli, Caneschi, Bartolini, Resti, Golekaj (75' Castellucci), Orlandi (65' Menguzzo), Bertini, Ciobanu. All. Bianchi

Arbitro: Sig. Bisceglia (FI)

Marcatori : 61' Rubechini, 92' Rossi.

Mamma mia, che faticata per gli uomini di Bracciali. Osso davvero duro molto duro l'Olmoponte tanto che gli 8 punti in classifica appaiono una bugia sportiva.

La partita è andata avanti a strappi con gli uomini di casa alla ricerca del gol perduto, Risultato, credo si possa affermare ,per lo sviluppo della gara non faccia una piega.

Partono con il freno a mano tirato le formazioni, ed il lungo periodo di studio si dilata fino al 20, quando Agretti si gira leggermente decentrato, centra prontamente ma Casini esce con prontezza e sventa. Al 22 Gallastroni si divora una rete che non trova spiegazioni logiche ne descrizioni. Finisce la prima frazione di gioco senza altri grossi scossoni. Si riparte con gli uomini di Bracciali protesa in avanti. Al 51 Morelli centra teso, la sfera attraversa l'intera area e si spegne fuori.

Al 61 testa di Palazzini e miracolo di Casini, dal successivo corner Faralli atterra Iscaro ed Bisceglia indica il dischetto. Spara Rubechini ed insacca.

Al 65 conclusione di Gallastroni e Casini blocca.

Al 83 vero e proprio miracolo di Verrazzani quando Castelucci batteva a botta sicura superavava anche Galastri ma il “Verro” ci metteva piedone ed il suo intervento valeva piu' di un gol.

Al 86 Menguzzo di iseriva e sparava, Galastri ci metteva del suo per limitarne il destro. Al 92 raddoppia il Viciomaggio 9 passaggi consecutivi, la sfera arriva a Severi che serve Rossi. Sinistro di rara precisione e Casini si deve inchinare per la seconda volta.

Il finale con polemiche e recriminazione lascia il tempo che trova e non cambia il risultato che è parso giusto.