Aquila Montevarchi vs Sporting Club Trestina 0 - 1

TRESTINA CORSARO A MONTEVARCHI
08.09.2019 22:39 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: Ufficio Stampa Sporting Club Trestina
Aquila Montevarchi vs Sporting Club Trestina 0 - 1

Aquila Montevarchi-Sporting Club Trestina 0-1

AQUILA MONTEVARCHI: Monti, Martinelli, Cavallini, Bernardini, Donatini, Biagi, Bura, Zini, Amatucci, Lischi, Fofi. A disp.: Bucciero, Moracci, Giustarini, Essoussi, Gistri, Mannella, Migliorini, Mosti Falconi, Bruschi. All.: Nenciarini Francesco

SPORTING CLUB TRESTINA: Niederwieser, Gallozzi, Caruso, Gori, Fumanti, Cenerini, Gabellini, Gramaccia, Benedetti, Belli, Dieme. A disp.: Guerri, Erhabor, Santini, Lignani, Trinchese, Venturi, Kaimaku, Benghalef, Khribech. All.: Cerbella Enrico

ARBITRO: Domenico Mirabella di Napoli, coad. da Sergio Balbo Caserta E Salvatore Gambino Nocera Inferiore

RETI: 83° Khribech

A dire il vero oggi non è sembrato un campo proibitivo anche per la buona prova del Trestina, in particolare il reparto difensivo non ha concesso nulla agli attaccanti locali.

Il Trestina ha poi sfruttato le ripartenze e si è reso pericoloso in più di un'occasione.

Già nel primo tempo i bianconeri hanno reclamato per un evidente fallo in area ai danni di Belli sul quale l'arbitro ha sorvolato. Nella ripresa poi c'è stato il goal annullato a Gramaccia per un dubbio fuorigioco e qualche altra ghiotta occasione, ma a poco dal termine, un netto fallo di mano in area dei locali ha costretto l'arbitro a concedere il calcio di rigore. Belli si incaricava del tiro che spiazzava il portiere che però riusciva a respingere con un piede ma Khribech, più lesto di tutti, riusciva a mettere in goal.

Che dire del Montevarchi? A nostro parere ha fatto poco o nulla per impensierire i bianconeri, prova ne sia il fatto che l'estremo difensore del Trestina non è mai stato impegnato seriamente, se vogliamo però il tutto è frutto della buona prestazione dei ragazzi del Presidente Bambini.

Dulcis in fundo, primi tre punti in una panchina di Serie D per Francesco Signorelli oggi a dirigere l'orchestra al posto dello squalificato Cerbella.