Serie B Interregionale : Pallacanestro Sestri - ABC Castelfiorentino 86 - 75

All’ultima giornata l’Abc Solettificio Manetti cade a Genova 86-75 e lascia alla Pallacanestro Sestri lo scontro diretto.
21.02.2024 23:02 di Antonio Bruno   vedi letture
Fonte: Camilla Trillò Ufficio Stampa Abc Castelfiorentino
Serie B Interregionale : Pallacanestro Sestri - ABC Castelfiorentino 86 - 75

PALLACANESTRO SESTRI – ABC SOLETTIFICIO MANETTI 86-75

Pallacanestro Sestri: Lo 14, Pittaluga, Cavallaro 3, Daunys 22, Bassi 8, Costa ne, De Paoli 3, Anaekwe 18, Pintus 18, Zini ne, Barnini, Cartasegna ne. All. Bianchi. Ass. Ambrosini, Calvia.

Totali: 23/41 (56%) da due, 7/24 (29%) da tre, 19/28 (68%) ai liberi, 51 rimbalzi (37 dif, 14 off), 18 assist.

Abc Solettificio Manetti: Rosi, Corbinelli 8, Pucci 21, Viviani ne, Zaiets 2, Scali 10, Nepi 10, Cantini ne, Nannipieri 4, Delli Carri ne, Belli 20. All. Angiolini. Ass. Mostardi, Calvani.

Totali: 19/42 (45%) da due, 8/28 (29%) da tre, 13/18 (72%) ai liberi, 29 rimbalzi (22 dif, 7 off), 12 assist.

Parziali: 24-18, 42-38 (18-20), 62-54 (20-16), 86-75 (24-21)

Arbitri: Melai di Calcinaia, Marinaro di Cascina. 

Si chiude nel modo più amaro la prima fase di campionato dell’Abc Solettificio Manetti che a Genova cade 86-75 per mano della Pallacanestro Sestri nello scontro diretto che metteva in palio due punti importanti in vista della corsa-salvezza che scandirà la seconda fase. Sembra di essere ripetitivi ma è un dato di fatto: a fare la differenza, ancora una volta, è stato innanzitutto il gap fisico tra le due squadre, con i padroni di casa che hanno saputo sfruttare al meglio i propri centimetri nel pitturato, a fronte di un’Abc che al contrario, oltre a Delli Carri, ha dovuto fare a meno anche di Cantini, in panchina solo per onor di firma a causa di una lesione muscolare rimediata nella gara contro Legnaia. A dimostrarlo, d’altronde, c’è il conteggio dei rimbalzi: 51 a 29. Un’Abc che ha rincorso per quaranta minuti pur restando sempre a contatto, fino a toccare il -3 al 39′, ultimo sussulto di una gara dall’epilogo davvero amaro.

Adesso una settimana di stop in attesa del calendario della seconda fase, che partirà nel weekend del 2/3 marzo.

LA CRONACA

Quintetti
Sestri: Lo, Cavallaro, Pintus, Daunys, Anaekwe
Abc: Belli, Nepi, Corbinelli, Pucci, Nannipieri

Fin dagli scambi iniziali Sestri si affida alla fisicità di Anaekwe che fa pesare i suoi centimetri nel pitturato conducendo i locali sul 6-2, che diventa 8-2 grazie all’arresto e tiro di Daunys. Intanto capitan Belli inizia a prendere le misure ed è un suo l’avvio in personale che conduce l’Abc fino al 10-9 a metà frazione. Intanto Pucci si scalda dalla lunga distanza e impatta a quota 12, ma la risposta locale arriva con il solito Anaekwe e Lo che sorprendono la zona castellana per il 19-12 su cui coach Angiolini ferma il gioco. Al rientro Pucci dalla media distanza e Nepi in penetrazione interrompono il mini break ligure per il nuovo -3 (19-16), ma Sestri resta in controllo e va al primo riposo sul 24-18.

Si riparte con il botta e risposta tra De Paoli e Pucci, cui segue l’assist di Belli che serve Scali per il 27-22 al 12′. Corbinelli dall’arco punzecchia i locali 27-25 ma sul nuovo tentativo di impattare castellano sono quattro punti in rapida successione di Daunys a ristabilire due possessi pieni di vantaggio per i liguri (31-25). Una forbice che si allarga fino al +9, finché i gialloblu alzano l’intensità in difesa e innescano due giocate chiuse di Scali, che irrompe nell’area genovese, e Corbinelli, che dall’arco scrive 40-36, preludio al 42-38 su cui si va negli spogliatoi.

Scali inaugura la ripresa, ma due triple consecutive di Bassi e Cavallaro su altrettante disattenzioni difensive castellane permettono a Sestri di toccare il nuovo +8 (48-40). Intanto si complica la situazione falli gialloblu, con Nannipieri richiamato in panchina per il quarto personale, mentre Daunys diventa un vero e proprio enigma per l’Abc e conduce i suoi sulla doppia cifra di vantaggio: 55-44 al 24′. Dopo diversi giri a vuoto, l’arresto e tiro pulitissimo di Nepi rompe gli indugi castellani, cui fa eco la penetrazione di Pucci per il nuovo -7 (55-48) ma un’azione da tre punti di Daunys spegne immediatamente gli entusiasmi gialloblu. La reazione castellana porta le firme di Pucci e Belli che si tengono a contatto (58-53) finché Pintus nell’ultimo possesso scrive 62-54 alla terza sirena.

Le bombe di Bassi e Pintus provano ad indirizzare la sfida all’inizio della quarta frazione, con il tabellone che segna 68-54 dopo il primo giro di cronometro e costringe coach Angiolini a rifugiarsi immediatamente nel time out. Nannipieri e Pucci tengono in scia l’Abc dalla lunetta, poi la tripla di Belli arriva come una boccata d’ossigeno a riportare lo svantaggio sotto la doppia cifra (70-61 al 33′). Di Pucci il -6 al 36′ (72-66), divario che di fatto resta invariato fino agli ultimi due giri di lancette, quando è un’azione da tre punti di Nepi che vale il 76-70 con 90 secondi da giocare. La tripla di Pucci prova a riaprire i giochi quando parte l’ultimo giro di cronometro 876-73), ma Pintus e Anaekwe mettono l’ipoteca e i giri in lunetta sul finale allargano a dismisura la forbice.