Campionato di II Categoria : Badia Agnano - Faellese 3 - 4

08.05.2022 21:22 di Antonio Bruno   vedi letture
Fonte: Ufficio Stampa US Faellese 1971
Campionato di II Categoria : Badia Agnano - Faellese 3 - 4

Badia Agnano - Faellese 3 - 4

BADIA AGNANO : De Corso Monnanni Njai Ottobi Rossi Di Palma Hoxha Torzoni Tartaglione Erpici Nocentini. A disposizione: Caprini Pianigiani Meoli Bardelli Giovacchini Storri Amato Tiossi Peri. All: Erpici 

US FAELLESE : Forni Firli Fingalli Bruno Butti Franci Iuorio Bicari Del Chiappa Gariate Pallanti. A disposizione: Ciucchi Caselli Riccio Magni Gaglio. All: Lombardo. 

Arbitro: Sig. Cornello della sezione di Firenze

Marcatori: 1’ Erpici 3’ Tartaglione 17’ rig. Erpici 27’ aut. Rossi 46’ Del Chiappa 71’ aut. Di Palma 85’ Riccio

È una dura e sudatissima vittoria in rimonta quella che la Faellese raccoglie sul campo del Badia Agnano. Il punteggio finale dice 3 a 4, ma la gara parte decisamente in salita per gli azzurri che si ritrovano dopo circa un quarto d’ora sotto per 3 a 0. Il Badia Agnano inizia benissimo e pronti-via dopo neanche un minuto dal calcio d’inizio va in vantaggio: i padroni di casa gestiscono il pallone sulla destra, crossano in area dove sul secondo palo Erpici è bravo a controllare il pallone e a incrociare il tiro che vale l’1 a 0. La Faellese non riesce a prendere le giuste misure e il Badia Agnano al 3’ ne approfitta per arrotondare il vantaggio con Tartaglione, che sugli sviluppi di un calcio d’angolo devia di testa il pallone che con una traiettoria insidiosa s’infila preciso sotto la traversa. Dopo lo sbandamento iniziale finalmente si fa vedere anche la Faellese che al 9’ va vicina al gol con Gariate: Del Chiappa è bravo sulla destra al limite corto dell’area a liberarsi del marcatore e a crossare in area per il compagno che di testa centra in pieno la traversa. Gol sbagliato, gol subito: al 16’ l’arbitro assegna un calcio di rigore a favore dei padroni di casa, dopo che sugli sviluppi di un calcio di punizione un giocatore della Faellese in barriera tocca il pallone con una mano. Dal dischetto va Erpici che non sbaglia, Forni sfiora ma non basta e il Badia Agnano va meritatamente sul 3 a 0. Col passare dei minuti la Faellese cerca di scuotersi, ma la porta avversaria sembra stregata come in occasione del colpo di testa di Iuorio al 26’ che, dopo un calcio di punizione battuto dalla distanza, colpisce ancora la traversa. Un minuto dopo però gli azzurri accorciano le distanze, sempre sugli sviluppi di un calcio piazzato: cross in area di Gariate dalla destra e Rossi nel tentativo di rinviare il pallone di testa devia la sfera alle spalle del proprio portiere, 3 a 1. Sul finale di primo tempo la Faellese colleziona alcune occasioni interessanti, una clamorosa è respinta ancora una volta dalla traversa colpita ancora da Iuorio che tenta di ribadire in rete una respinta a mezza altezza del portiere giallorosso su tiro di Bruno.

Dopo aver tirato un sospiro di sollievo al 45’ su un colpo di testa su calcio d’angolo di poco fuori da parte di Nocentini (Badia Agnano), gli azzurri riducono ancora lo svantaggio con capitan Del Chiappa che al 46’ è bravo ad addomesticare il pallone in area e a difenderlo dal difensore, girarsi e incrociare rasoterra sul secondo palo trovando il 3 a 2 e sfiorando il possibile pareggio in contropiede.

Nel secondo tempo la Faellese cerca di lasciarsi alle spalle il pessimo avvio di gara e preme sull’acceleratore, ma i padroni di casa si difendono bene e gli azzurri non riescono a trovare spiragli nella retroguardia giallorossa. Al 71’ è un altro sfortunato autogol ad affossare il Badia Agnano: calcio di punizione da posizione centrale per la Faellese, il pallone viene crossato in area e nella mischia Di Palma sfiora il pallone che spiazza il portiere e termina in rete, 3 a 3. A questo punto gli azzurri riacciuffato un insperato pareggio tentano il tutto per tutto e al minuto 85 sorpassano il Badia Agnano con il subentrato Riccio che è bravo a inserirsi in area e a spingere in gol un pallone crossato teso sul secondo palo dalla destra (3 a 4). Rimonta completata, ma appena un minuto dopo sono i padroni di casa a fare i conti con i legni della porta poiché il tentativo in contropiede di Storri si stampa sulla traversa. Il risultato poi non cambia fino al fischio finale, la Faellese vince e tiene aperto fino all’ultima giornata il discorso per la lotta salvezza.