La Chimera Nuoto apre il 2023 con trenta medaglie al “Città di Grosseto”

Gli atleti aretini hanno centrato un ottimo quinto posto nella classifica generale del meeting nazionale. I più giovani nuotatori degli Esordienti sono scesi in vasca a Calenzano nella seconda prova invernale
18.01.2023 14:05 di Antonio Bruno   vedi letture
La Chimera Nuoto apre il 2023 con trenta medaglie al “Città di Grosseto”

AREZZO – Il nuovo anno di gare della Chimera Nuoto prende il via con trenta medaglie al meeting nazionale “Città di Grosseto”. Gli agonisti della società aretina sono scesi in vasca nella trentasettesima edizione di una manifestazione che ha riunito atleti dalla Toscana, dal Lazio, dalla Campania, dall’Umbria e dalle Marche, cogliendo numerosi podi e bei piazzamenti che sono valsi un ottimo quinto posto nella classifica generale. Questa gara configurava un’importante tappa per misurare la preparazione in vista del più importante impegno dei Campionati Toscani Invernali in programma a febbraio, con i tecnici che sono dunque riusciti a trarre positive indicazioni dai ventinove giovani atleti della Chimera Nuoto.

Tra i protagonisti del meeting sono rientrati Gaia Burzi e Gabriele Mealli, entrambi del 2007, che hanno trionfato in ben tre specialità a testa: la prima ha vinto nei 200 misti, nei 200 rana e negli 800 stile libero, mentre il secondo ha meritato l’oro nei 100, nei 200 e negli 800 stile libero (oltre all’argento nei 400 stile libero). Due medaglie d’oro sono arrivate con Sofia Donati del 2007 (prima nei 50 e nei 100 dorso, e seconda nei 100 farfalla e nei 200 dorso), con Tommaso Senesi del 2009 (primo nei 100 dorso e nei 200 misti) e con Matteo Vasarri del 2004 (primo nei 100 e nei 400 stile libero, e terzo nei 200 farfalla), poi nel novero dei vincitori è rientrato anche Alessio Menchetti del 2009 (primo nei 100 rana, secondo nei 200 rana e nei 200 misti, e terzo nei 200 farfalla). Il prospetto dei medagliati è stato poi completato da Jacopo Bartolini del 2005 (secondo nei 100 farfalla), da Gabriele Gambini del 2005 (secondo nei 50 stile libero, nei 400 stile libero e nei 400 misti), da Eleonora Mazzeschi del 2008 (seconda nei 50 e nei 200 rana), da Fabio Ferrari del 2006 (terzo nei 200 farfalla e nei 400 misti), da Matteo Lucci del 2006 (terzo nei 100 farfalla) e da Matteo Trojanis del 2006 (terzo nei 50 stile libero).

La Chimera Nuoto, in contemporanea, è stata impegnata anche nella fiorentina Calenzano nella seconda prova invernale che ha visto i più giovani atleti nati nel periodo 2010-2014 gareggiare in una manifestazione valida come qualificazione ai prossimi campionati regionali. La categoria Esordienti A ha registrato i doppi primi posti di Margherita Mattioli del 2011 (prima nei 50 stile libero e nei 100 farfalla), Isabella Sacchetti del 2012 (prima nei 100 farfalla e nei 50 stile libero) e Simone Sandroni del 2010 (primo nei 200 misti e nei 50 stile libero), poi hanno ben figurato anche Emma Donati del 2012 (prima nei 200 misti), Giulia Gianquitto del 2012 (prima nei 100 rana), Leonardo Pasquini del 2011 (primo nei 100 rana e secondo nei 50 stile libero), Leonardo Raffi del 2010 (primo nei 100 rana e secondo nei 200 misti), Matteo Capanni del 2010 (secondo nei 100 rana), Morgana Milagros Domenichelli del 2012 (seconda nei 50 stile libero e terza nei 100 rana), Giusi Fiorucci del 2011 (seconda nei 200 misti), Aurora Frulli del 2012 (seconda nei 100 farfalla e terza nei 200 misti) e Sveva Pancini del 2011 (terza nei 200 misti). Tra i più piccoli degli Esordienti B, alle prime esperienze agonistiche ufficiali, sono arrivate soddisfazioni con Niccolò Gepponi del 2012 (primo nell’apnea virata e secondo nei 50 rana), Anna Magi del 2013 (prima nell’apnea virata e terza nei 50 rana), Francesco Menchetti del 2013 (primo nei 50 rana e secondo nell’apnea virata), Giorgio Raffi del 2013 (primo nell’apnea virata e secondo nei 50 rana) e Maria Chiara Bracciali del 2014 (terza nei 50 rana e nell’apnea virata), infine sono stati registrati un secondo posto nei 50 rana con Viola Cenciarelli del 2014 e un terzo posto nell’apnea virata con Mattia Bianchini del 2013.