A Tu x Tu con con Alessandro Rivi neo Allenatore degli Allievi A Provinciali Giovani Grassina Belmonte

Il tecnico Fiorentino a Sport a Km 0 :”Si tratta della prima volta che entro in corsa e spero di poter contribuire a far crescere il gruppo anche in prospettiva futura".
12.01.2023 20:55 di Antonio Bruno   vedi letture
Fonte: La Redazione di Sport a Km 0
A Tu x Tu con con Alessandro Rivi neo Allenatore degli Allievi A  Provinciali Giovani Grassina Belmonte

Alessandro Rivi neo Allenatore degli Allievi A  Provinciali Giovani Grassina Belmonte a Sport a Km 0

Alessandro come nasce l' idea della tua scelta, cosa ti ha convinto e rituffarti in pista

L’idea nasce soprattutto dalla voglia di rientrare in pista dopo quasi due anni che ero fermo e soprattutto l’amicizia lunga con il direttore sportivo che è stato bravo a corteggiarmi e ad aspettare che accettassi nonostante ero stato vicino a delle panchine di prima squadra e di juniores d’élite ma purtroppo non si sono concretizzate.

Il primo approccio con i ragazzi come è andato

L’approccio è stato positivo ho trovato un gruppo di bravi ragazzi che non sfigurerebbero assolutamente nei campionati regionali o d’élite ma che per vari motivi hanno deciso di giocare nei giovani Grassina Belmonte e per adesso ci stiamo conoscendo meglio.

A questo punto, sulla base delle tue esperienze, cosa pensi di cambiare

La mia esperienza dice che bisogna entrare in punta di piedi cercare di capire i problemi e pian piano apportare delle modifiche e le proprie idee di calcio anche se a parte quando subentrai con la prima squadra a legnaia anche per me è la prima volta che entro in corsa e spero di poter contribuire ad aiutare la società a far crescere il gruppo anche in prospettiva futura.

L' impatto con il campionato dopo la sosta, qual' è la Tua impressione.

Sinceramente siamo ripartiti domenica scorsa e l’esordio non è stato proprio positivo perdendo ma avevamo diversi ragazzi fuori per infortuni malattie e qualche squalifica! Quindi domenica inizia il girone di ritorno e la mia aspettativa ripeto è cercare di cambiare la mentalità nei ragazzi cercando di prepararli al calcio dei grandi visto che l’anno prossimo saranno Juniores e con la società l’obiettivo è migliorare la classifica ma soprattutto cercare di prepararli per le prossime stagioni