Il Progetto del Calcio Champagne dell’ Olmoponte Santa Firmina è in piena evoluzione

20.12.2023 16:48 di Antonio Bruno   vedi letture
Fonte: La Redazione di Sport a Km 0
Il Progetto del Calcio Champagne dell’ Olmoponte Santa Firmina è in piena evoluzione

Il “Calcio Champagne“,promosso dall’ Olmoponte Santa Firmina è ormai una grande realtà di calcio unificato con inclusione per creare delle opportunità a ragazzi con disabilità che altrimenti avvrebbero avuto delle difficoltà ad essere inseriti in contesti simili, grazie al lavoro ed all’ impegno dei Dirigenti Marco Treghini ( Presidente), Salvatore Di Bella e Paolo Angioli e da Tecnici Federali : Gianluca Livi ( promotore del progetto), Roberto Sorbini, Riccardo Mendicino, Giacomo Ravera, Niccolò Vencato e Andrea Ciri, giusto per fare qualche nome e coinvolgere i ragazzi, con una programmazione e una formazione propedeutica per la loro crescita e in questa circostanza il calcio, il gioco del calcio, è il mezzo per arrivare allo sviluppo di autonomie personali e Sociali. Favorito anche dalla presenza e partecipazione del “Testimonial“ eccezionale quale il Campionato del Mondo Francesco Graziani che ha contribuito a portare alla attenzione dei Midia Nazionali, questo progetto che non può che crescere.

I ragazzi del “Calcio Champagne“ dell’ Olmoponte Santa Firmina dopo il primo anno che è servito a fare le prove generali, per inserirsi in questa nuova dimensione, da quest’anno stanno vivendo una nuova grande esperieza, con il Club Aretino che li ha tesserati, per premiarli del loro impegno e favorire lo svolgimento di partite amichevoli e di mini tornei come lunedì scorso si sono ritrovati due formazioni dell’ Olmoponte Santa Firmina, - ARKADIA (TERRANUOVA B.NI) e CLA ELECTRA (AREZZO), confrontandosi in un girone all’ Italiana dove l’ attaccante dell’ Olmoponte Santa Firmina Antonio Francipani ha saputo sospingere i suoi compagni al successo a suon di gol e vivere un pomeriggio davvero particolare che non è passato inosservato alle Forze Istituzionali e Sportive, quale al Delegato Provinciale del CONI di Arezzo, Alberto Melis e l’ Assessore allo Sport Federico Scapecchi, insieme alla presenza del via del tutto eccezzionale di Enzo Ghinazzi, in arte“Pupo“.