Triestina vs Arezzo, le pagelle di Giorgio Ciofini

Giorgio Ciofini:"Un rigore fasullo e una topica gigante derubano il migliore Arezzo d’annata. Sarebbe stata la prima vittoria, al Grezar. Ma non è la storia che ci strazia il cuore tinto d’amaranto, sia pure celestino".
01.03.2021 13:49 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: Giorgio Ciofini
Triestina vs Arezzo, le pagelle di Giorgio Ciofini

Un rigore fasullo e una topica gigante derubano il migliore Arezzo d’annata. Sarebbe stata la prima vittoria, al Grezar. Ma non è la storia che ci strazia il cuore tinto d’amaranto, sia pure celestino. Se fosse per cacciare il malocchio, meglio mille volte il sale di Mancini. Dopo Arace Telamonio a Pesaro, Paride di Troia col Carpi e l’Innominato con la Feralpi, ci mancava solo il Can di Trieste. De Vito e Stellone, alla fine, si sentivano più o meno come noi, buttati fuori dal Comunale per una sbirciatina all’allenamento del giovedì. È un’annata così, in campo e fuori, piena di cani col fischio e con la bandierina. Meglio, pertanto, darci immantinente alle pagelle di giornata, per fortuna del tutto prive di cani amaranto e non solo per le maglie uruguagie. L’Arezzo di Stellone è ripartito. Nonostante tutto. Da Trieste arriva forte la conferma. E la salvezza non è più un miraggio.

Sala: Qualche spavento di troppo da palla ferma (more solito) e un paio di buone parate su Calvano e Sarno. Innocente come giglio su Gomez e Bordin da Bassano… del Grappa. Voto: 6+

Maggioni: A lezione di Mensah e Gomez Tommaso soffre, ma non demerita. Impara e se la cava sia pure per un pelo, il classe 2002. Voto: 6

Sbraga: Spazza e dirige da leader emergente. Sempre più punto di riferimento di dietro, il nostro Sbragone. Voto: 7

Pinna: Il Barba ha il mancino bollente. Ce lo portò la Befana a gennaio, è già a quota tre e il suo mancino ricorda vagamente un altro Barba, che qui ha fatto un pezzo di storia. Voto: 8

Luciani: Non solo Gomez, trova anche Bordin doppiettista. Suo il cross pennellato per Serrotti e la topica del Can di Trieste, che gli abolisce l’assist. Giustizia per l’Arezzo e per Alessio, più sfortunato di Paperino! Voto: 6

Arini: Un’altra partita di sostanza del Samurai, ingenuo tuttavia come il Torrazzo sul penalty fischiato dal Can di Trieste, che ci costa il mal di fegato. Voto: 6

Di Paolantonio: Al Grezar fa girare l’Arezzo da play semibasso. Ma fa girare ben di più, quel destro che accarezza l’incrocio, con Offredone a guardare. Voto: 6,5

Serrotti: Segnali di vero Serrotti dal Grezar. È una delle migliori notizie di giornata per Stellone e il suo Arezzo, che cresce a vista d’occhio. Voto: 6,5

Karkalis: Anche il greco di Pescara mostra segni di progresso. Peccato per l’infortunio nel finale. Voto: 6

Iacoponi: Conquista i due falli per la doppietta di Pinna, che valgono due assist. Su un terzo da rosso, il Can di Trieste salva Lambrughi, che prova ad azzoppare il nostro cavallino da corsa. Voto: 7

Perez: Leo attacca e difende con lodevole disponibilità al sacrificio. Un’ora per la squadra e per crescere di condizione. Voto: 6+

Piu: L’Arezzo spaventa la Triestina dopo il suo ingresso. E Ale è sempre più utile alla causa. Voto: 6+

Cerci: la “rospata” di Serrotti sul gong, gli propizia un destro che potrebbe dare un senso alla sua stagione. Meglio del solito, ma la girata che esce d’un decimetro e salva Offredone, è anche il segno d’un destino avverso. Voto: ng

Ventola: Un quarto d’ora utile a fare la gamba in vista del Mantova. Voto: ng