Campionato Allievi B : Fortis Arezzo vs Savinese 1 - 4

17.02.2020 20:39 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: Carlo Benucci (AS.Fortis Arezzo)
Campionato Allievi B : Fortis Arezzo vs Savinese 1 - 4

Fortis Arezzo vs Savinese 1 - 4

FORTIS AREZZO: Sarri, Neri, Cini, Toscano, Gallorini, Galli, Peloni, Fiore, Peruzzi, Fiorilli, Colonescu, a disp.: Mazzini, Shanaj, Broccatelli, Cencetti, Astorino, Mazzi, Sposato.  All.: Marco Cateni. 

SAVINESE: Occhini, Borgogni, Vanni, Ortaggi, Tristi, Pasquini, Riccio, Alberti, Polvanesi, Rossi, Casini. A disp: Malentacchi, Socea, Tavanti, Ezziate, Zullo, Scognamiglio, Polvere. All. Emiliano Carresi.

Arbitro:  Sara Schinco, Sez.di Arezzo

Marcatori : Colonescu, POLVANESI (3), Tristi (R)

Partita ricca di emozioni quella giocata al “B.SEVERI” di Olmo tra due formazioni che si sono affrontate senza particolari tatticismi ostruzionistici, ma lottando con grande intensità per tutto l’incontro: la Fortis di Marco Cateni,  nel primo tempo,  ha messo in difficoltà la capoclassifica a punteggio pieno (4 Turni 4 Vittorie 12 rete fatte 0 subìte) costringendola a soccombere con la magica rete di Colonescu,  ma nel secondo periodo, dopo il proficuo  sermone della Dirigenza Savinese nello spogliatoio,  è venuta fuori la classe fisico-tecnica degli avversari  con il “Matador” Polvanesi che ha distrutto le linee difensive avversarie con un formidabile “tris"  dell’inarrestabile  “bulldozer”. confermandosi  unico Top-scorer del Campionato. Il  rigore  assegnato dall’ottima giovane arbitra, che a tutti è sembrato inesistente, è stato omologato dal difensore locale, al  termine dell’incontro,  confermandone  la validità per trattenuta della maglietta (sfuggita agli sportivi  presenti ma non all’arbitra) e non accordato  per il  calcio sferrato sull’attaccante.  

La formazione amaranto, ha accusato il colpo, ha cercato di reagire ma  la sua  fase offensiva non è stata adeguata per recuperare il gap ma  si è infranta sulla forte linea difensiva avversaria che  con fulminee azioni in contropiede ha messo   in difficoltà la formazione  degli aretini, regalando un poker pazzesco ai propri sportivi, numerosi in tribuna. L’inizio è di marca  savinese  con due angoli  battuti da Rossi, al 3’  per la testa di  Polvanesi  che trova la conclusione morbida,  al 5’  su Tristi  che sfiora il montante; ma sono i locali a conquistare la zona di centro-campo e lanciare  Colonescu  e Peloni  le cui conclusioni vengono neutralizzate dai centrali avversari; al 16’ la punizione dal limite battuta da Fiore sfiora il palo alla sinistra di Occhini;  al 21’ è Peloni che riceve un assist  sulla fascia sinistra, supera di slancio l’ultimo difensore e lascia partire una parabola lenta che supera anche il portiere Occhini ma, sulla linea è l’ottimo Tristi  a togliere dalla linea di porta il pallone; al 22’ palla inattiva su  punizione battuta da  Galli il cui missile termina sulla rete esterna, dando l’illusione ottica della rete; rete che arriva al 24' ad opera del velocissimo Colonescu che anticipa tutta la difesa avversaria e supera   Occhini nel palo più distante; alcune azioni di alleggerimento  degli ospiti  al 15’ con  Casini ed al 21’ con Polvanesi che gira al volo, senza esito, un bell’invito dalla fascia destra.  

Al rientro dagli spogliatoi, il rigore che ha mutato l’inerzia dell’incontro:  4’ Rossi lanciato a rete viene atterrato in quanto trattenuto per la maglietta da un difensore : rigore netto, trasformato da  Tristi; la rete dà le ali agli ospiti  e taglia le gambe ai locali che non mantengono la necessaria concentrazione e lucidità  ma  subiscono il pressing fulminante dei savinesi  che in venti minuti  realizzano una traversa con Casini che  apre la strada al  tris di  Polvanesi al  52’  con lo scambio con il neo entrato  Zullo, buona la sua prova, che gli ritorna la sfera   mettendola  alle spalle di  Sarri; la seconda  sulla fascia sinistra,  Riccio dialoga con Polvanesi   lanciandolo  con un assist nell’area piccola e, anticipando il portiere, mette di testa la sfera  alle sue spalle; la terza all’80'  chiude con una travolgente azione personale che supera l’intero comparto difensivo  ed  incrocia il palo più distante; timida reazione dei locali che cercano , senza alcuna convinzione di recuperare  un risultato ormai compromesso ; da segnalare la rete di Mazzi al 79’ annullata per un presunto fuori gioco. Ancora una prestazione di rilievo del giovanissimo fischietto aretino, di genere femminile, che ha retto con fermezza e regolarità un turno che poteva  degenerare in episodi sempre deprecabili.