Il Torneo Sociale del Tennis Giotto incontra la beneficenza

I campi del circolo aretino tornano ad ospitare una manifestazione che vede sfidarsi decine di soci. La novità di questa edizione è la finalità solidale: il ricavato verrà devoluto al servizio Scudo del Calcit
07.07.2020 19:23 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: Uffici Stampa Egv , Marco Cavini
Il Torneo Sociale del Tennis Giotto incontra la beneficenza

AREZZO – Il Torneo Sociale del Tennis Giotto incontra la beneficenza. Il circolo aretino si prepara ad ospitare la tradizionale manifestazione che, organizzata da Patrizia Felicini e Francesco Pascuzzi, vedrà sfidarsi decine di soci in centinaia di incontri di doppio maschile, doppio femminile e padel, il cui ricavato verrà devoluto al servizio Scudo del Calcit.

Le partite del torneo prenderanno il via da luglio e continueranno per l’intera estate, con una formula che coniuga la dimensione sportiva e sociale del Tennis Giotto e che fornisce un’attesa opportunità per tornare a divertirsi, incontrarsi e confrontarsi sulla terra rossa, nel rispetto delle misure igienico-sanitarie per la prevenzione del contagio da Covid19. L’obiettivo sportivo per tutte le coppie iscritte, ovviamente, sarà di riuscire a scrivere il proprio nome nell’albo d’oro della competizione, succedendo ai campioni in carica: Osvaldo Fratini e Gianluca Rossi nel doppio maschile, Alessia Giulicchi e Stefania Salvi nel doppio femminile, Luca Benvenuti e Alessandro Caneschi nel padel (a completare il prospetto dei vincitori del 2019 sono Davide Rossi nel singolo maschile, Flora Galante nel singolo femminile, e Laura La Grassa e Edoardo Farsetti nel doppio misto).

La novità di questa edizione del Torneo Sociale è rappresentata dalla finalità solidale. L’estate del circolo era da sette anni caratterizzata dall’organizzazione di una 24ore di tennis che rappresentava l’occasione per vivere un’intera giornata di partite e di altre iniziative orientate a raccogliere fondi da donare ad una realtà del territorio attiva nel sociale, ma la recente emergenza sanitaria ha costretto ad annullare questo appuntamento aggregativo e a rinviarlo al 2021. La scelta è stata di effettuare comunque una donazione, devolvendo il ricavato delle quote di iscrizione al Torneo Sociale al sevizio Scudo che garantisce cure domiciliari oncologiche e copertura dei bisogni assistenziali per i malati di tumore direttamente tra le mura di casa. «Questa estate giocheremo per beneficenza - commenta il consigliere Riccardo Boncompagni. - La 24ore è stata annullata, ma il Tennis Giotto ha voluto comunque pensare agli altri e abbiamo così deciso di devolvere le quote di iscrizione ad un servizio preziosissimo per la città quale lo Scudo che assiste tanti aretini con professionalità e umanità. Il Torneo Sociale è uno degli appuntamenti più attesi e più partecipati della vita del circolo e siamo entusiasti di poterlo mettere in campo anche nel 2020, seppur con una formula ridotta e in linea con le normative anti-Covid19».