Serie B Interregionale: nel PlayIn Gold Cecina ed Empoli in testa

Nel Silver comanda Quarrata, bene le due toscane impegnate nel Playout
26.03.2024 14:25 di Antonio Bruno   vedi letture
Fonte: toscana.basketworldlife.it
Serie B Interregionale: nel PlayIn Gold Cecina ed Empoli in testa

A quattro giornate dal termine delle varie fasi del campionato di Serie B Interregionale, iniziano a delinearsi i valori in campo. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa è accaduto

PLAY IN GOLD

La copertina di giornata spetta sicuramente alla Computer Gross Empoli, corsara sul finora imbattuto parquet di Pavia. I ragazzi di Luca Valentino lo espugnano grazie ad un superbo finale; Empoli era infatti sotto 5 a 1’30” dalla fine, salvo poi ribaltare tutto con un parziale di 8-0, scritto da Giannone e Cerchiaro, valso due punti di platino e la conferma in vetta al girone, sia pure in coabitazione con Cecina e Saronno. A raccontare la stupenda prestazione dei biancorossi toscani i sei uomini in doppia cifra, con Rosselli a 15 e De Leone a 14.

In vetta si conferma anche la SWAG Cecina, corsara sul parquet di Casale Monferrato, al termine di una partita quasi sempre condotta dai ragazzi di Andrea Da Prato. Cecina allunga nel finale del primo quarto, per poi arrivare fino al +24. Inutile il tentativo di rimonta dei piemontesi nell’ultimo periodo, utile solo per limitare lo scarto finale. Cecina la vince tirando con il 61% da due, percentuale difficile da trovare a queste latitudini. Palma del migliore per Lorenzo Turini, autore di 25 punti in 32’ di utilizzo, con 7/8 da due; bene anche Pistillo (14) e Dario Mazzantini (11).

Chi invece stecca è la Stosa Virtus Siena, sconfitta a Saronno dalla capolista; la trasferta in Lombardia doveva rappresentare il riscatto dopo il ko della settimana scorsa contro Casale Monferrato ed invece i ragazzi di Lasi non mettono mai il naso avanti ed alla fine tornano nella città del Palio con 17 lunghezze di ritardo. A raccontare la grigia prestazione della Virtus anche le cifre, con tutte le voci statistiche favorevoli a Saronno. Tra i singoli, da salvare Laffitte (10 con 3/3 da due) ed il veterano Olleia (12 con 6/8 da due). La sconfitta costa il posto a Maurizio Lasi, esonerato dalla società rossoblu. Dalla prossima sfida di Pavia, sulla tolda di comando ci saranno gli assistenti Francesco Braccagni ed Edoardo Ceccarelli.

La sconfitta della Virtus permette a La Patrie San Miniato di alimentare le speranze playoff; i ragazzi di Martelloni, infatti, appaiano al sesto posto, l’ultimo utile per accedere alla giostra promozione, proprio la compagine senese, grazie al soffertissimo successo di Gazzada, arrivato nonostante le 23 palle perse. I biancorossi la spuntano in volata, dopo aver dilapidato un vantaggio anche di 14 punti. San Miniato porta quattro uomini in doppia cifra, con Bellachioma top scorer dei suoi a quota 14, sia pure con un pessimo 5/16 dal campo.

PLAY IN SILVER

Il girone di andata di questo mini-girone termina con una sola squadra in vetta, la Consorzio Leonardo Quarrata; i ragazzi di Alberto Tonfoni, infatti, volano al primo posto solitario grazie al successo in volata sul parquet dei giovani di Tortona, alla fine battuti di misura dopo una partita scorsa sui binari di un equilibrio quasi perfetto, ben raccontato dagli 11 cambi di vantaggio e dalle 10 situazione di parità. A decidere sono due liberi di Mustiatsa a pochi secondi dalla fine, alla fine autore di 22 punti. Da sottolineare l’ennesima doppia doppia di Federico Regoli, da 15 punti e 12 rimbalzi e quella di un super Tiberti, da 27 punti e 14 rebounds.

Alle spalle di Quarrata, cede invece, nella trasferta di Borgomanero, il Basketball Lucca, al secondo stop di fila. I ragazzi di Olivieri partono bene, accumulando all’alba della partita anche cinque lunghezze di vantaggio, ma poi si afflosciano ed i padroni di casa ne approfittano per prendere in mano il confronto, chiudendo con netto 85-71 che rinfocola le speranze dei piemontesi di acciuffare la zona playoff. A Lucca non bastano la doppia doppia, da 18 punti e 12 rimbalzi, di Simonetti ed i 13 di Trentin.

A causa dello stop a Borgomanero, Lucca viene agganciata al secondo posto dalla Tarros Spezia, protagonista di una grande prestazione a Gallarate, contro la formazione che gli addetti ai lavori indicavano come la più attrezzata del lotto. I liguri la vincono sotto le plance, dove catturano dieci rimbalzi in più dei rivali, poi capitalizzati in ben 82 punti, grazie alle buone percentuali al tiro. Scocchera porta quattro uomini in doppia cifra: oltre al solito Sakalas, 29 con 9/14 al tiro, ci sono anche i gemelli Paoli, Filippo (21) e Matteo (13), e Carpani, 15 con 6/11 al tiro.

Continua a fare bene anche la Amen Arezzo, al terzo successo nelle quattro partite disputate; i ragazzi di Marco Evangelisti, infatti, vincono a Varese, al termine di una partita indirizzata già nel primo quarto, nel quale gli amaranto toscani infilano nel canestro lombardo la bellezza di 31 punti. Da lì in poi è una cavalcata trionfale, fino al netto 93-75 finale per Arezzo, che porta 10 uomini a referto, con Pelucchini a 24, con 6/9 da due e 4/8 da tre, Zocca a 19 e Daniele Rossi a 17.

PLAYOUT

Doppietta per le due formazioni toscane, brave ad incasellare due punti fondamentali per il futuro del loro torneo. La Cantini Lorano Legnaia coglie il terzo successo consecutivo, blindando di fatto la salvezza. Ad inchinarsi alla superiorità dei fiorentini tocca a Savigliano, in una partita, dopo un avvio favorevole agli ospiti, sempre controllata dalla compagine di Riccardo Zanardo. Alla fine, i fiorentini la spuntano di 19, portando ben undici uomini a referto, tra i quali spiccano i 25, in 28’ di utilizzo, di Merlo, con un superbo 6/9 nelle triple. Proprio la grande precisione da oltre l’arco (44 %) è una delle chiavi della agevole vittoria fiorentina.

Più sofferto, ma ancora più importante, il successo della Solettificio Manetti ABC Castelfiorentino, su Campus Piemonte. La compagine di Manetti, senza l’influenzato capitan Belli, la spunta di tre lunghezze, capitalizzando la tripla sulla sirena di Scali (15), assieme a Nepi (20) e Pucci (21), grande protagonista della vittoria di Castello. I tre, infatti, segnano ben 56 dei 67 punti di Castelfiorentino, che aggancia a quota 8 Sestri Ponente, lasciandosi dietro Campus Piemonte e Savigliano.

PROSSIMO TURNO

Nel Play In Gold le partite di cartello sono in terra lombarda; a Saronno arriva Cecina in uno scontro tra capolista, del quale può approfittare Empoli, impegnato a Gazzada, mentre a Pavia i padroni di casa ospitano la Virtus Siena in uno scontro che mette in palio due punti di platino nella corsa ai playoff. Gli stessi che si gioca San Miniato, a Casale Monferrato.

Nel Play In Silver Quarrata è a Borgomanero per blindare la prima posizione dagli assalti di Lucca, impegnata nell’ostico viaggio a Gallarate, e Spezia, a Varese. Viaggio in Piemonte, invece, per Arezzo, sul parquet di Derthona.

Nel playout, l’Olimpia Legnaia ospita la capolista Oleggio, mentre Castelfiorentino deve vedersela, sempre in casa, contro Collegno.