Grassina vs Cannara 2 - 2

10.01.2021 22:14 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: Ufficio Stampa ASD Grassina Lorenzo Topello
Grassina vs Cannara 2 - 2

Grassina vs Cannara 2 - 2

GRASSINA (3-5-2): Cecchi, Del Lungo, Villagatti, Benvenuti, Marafioti (90’ Baccini), Torrini, Degl’Innocenti, Nuti, Gianneschi, Bellini (90’ Cavaciocchi), Marzierli. A disp.: Petrucci, Matteo, Favilli, Alfarano, Rosi, Candia, Diarrassouba. All.: Matteo Innocenti.

CANNARA (3-5-2): Lori, Bei, Moracci, Orazzo, De Sanctis, Mattia, Lira Ferreira, Bagnolo, Frustini (74’ Lavano), Ubaldi, Bazzoffia (88’ Corrado). A disp.: Cocchini, Cerboni, Brunetti, Jallow, Dedja, Chiacchierini, Felici. All: Antonio Alessandria.

ARBITRO: Mori di La Spezia, coad. da Perali di Chiari e Giacomini di Viterbo.

RETI: 24’ De Sanctis, 77’ e 92’ Marzierli, 96’ Moracci.

NOTE: Espulsi al 26’ Bei per gioco scorretto e al 93’ Mattia per proteste. Ammonito Lira Ferreira. Tiri in porta 5-3. Tiri fuori 3-2. Angoli 6-2. Fuorigioco 4-0. Recuperi 1’+4’.

Immeritato. Davvero immeritato. Come evidenzia la fredda statistica che governa parzialmente le leggi del calcio, al Pazzagli Grassina-Cannara è finita di nuovo 2-2. E se contiamo il pari anche nel ritorno disputato in Umbria nel febbraio 2020, sono tre pareggi su altrettante sfide. Una ricorrenza che innervosisce; lo scorso anno i rossoverdi erano in vantaggio di due reti, prima che si concretizzasse la rimonta avversaria nel finale, ma la circostanza di oggi dà ancora più fastidio, visto che il gol che sembrava aver risolto la gara, quello del provvisorio 2-1, lo aveva segnato il Grassina al 92’. Sembrava la sentenza finale, quel colpo di testa di Marzierli. E invece al 96’ il Cannara trova il pari con una punizione di Moracci deviata sfortunatamente da Torrini. Sfortuna e amarezza.

Però c’è tanto di buono, anche rispetto a quanto visto lo scorso mercoledì col Tiferno. Il Grassina cambia pelle, passando al 3-5-2: Del Lungo-Villagatti-Benvenuti, mentre le fasce sono alimentate da Gianneschi e Marafioti ed in mezzo agiscono Nuti, Torrini e Degl’Innocenti, dietro alla coppia d’attacco Bellini-Marzierli. Di fronte c’è il Cannara che ha stupito molti con i suoi 15 punti in classifica, a ridosso della zona playoff: occhio alle due punte Ubaldi e Bazzoffia. Il primo squillo è di marca ospite, con De Sanctis che raccoglie un rimpallo in area e prova il sinistro, ma Cecchi respinge. Il Grassina prova a ribattere con l’ispirato Marzierli che prova due volte di testa, ma prima colpisce centralmente e poi scheggia la traversa fra il 16’ ed il 19’. Poi la beffa: discesa di Bazzoffia sulla sinistra, cross basso per De Sanctis che taglia bene centralmente e col sinistro beneficia di una deviazione che batte Cecchi e porta in vantaggio gli ospiti. Ma non è l’unico episodio del primo tempo, perché al 26’, due minuti dopo il gol, il Cannara si ritrova sotto di un uomo: Bei, già ammonito, stende Bellini e rimedia il secondo giallo. Il Grassina, sopra di un uomo, prova ad alzare i ritmi nel finale di tempo, sfiorando il pareggio con Gianneschi che viene liberato sul secondo palo da una sponda di Torrini, ma sul suo sinistro a botta sicura si immola Mattia ed evita l’1-1.

Nella ripresa il canovaccio si ripete; Cannara disposto compatto su due linee col solo Ubaldi a fare da terminale offensivo, mentre i rossoverdi cercano di tessere una tela di non facile sviluppo, visti gli spazi spesso e volentieri intasati. Torrini segnerebbe un gol pazzesco col sinistro, ma viene annullato per fuorigioco. Dall’altra parte, al 66’, gli umbri provano un contropiede con Ubaldi che calcia col destro sull’esterno della rete. La pressione rossoverde aumenta, ma serve l’episodio: al 77’ un cross arcuato dalla sinistra di Nuti trova lo stacco imperioso di Marzierli che fa 1-1 e trova il primo gol stagionale. Il Grassina ora ci crede: punizione di Degl’Innocenti, zuccata di Torrini, riflesso clamoroso di Lori che si tuffa “alla Banks” e toglie il pallone dalla linea di porta, strozzando al “7” l’urlo di gioia. Ma i ragazzi di Innocenti ci credono per davvero, e segnano proprio come accadeva spesso lo scorso anno: oltre il novantesimo. Gianneschi ha spazio sulla sinistra e crossa perfetto per Marzierli che salta dove osano le aquile e mette dentro il 2-1. Per venti secondi è come se fosse il 2020: la panchina entra in campo, abbraccio di massa ad Edoardo che in un colpo solo fa doppietta, come un anno fa contro il Monterosi, e lo stadio torna a sollevarsi un metro da terra, seppur alleggerito dalle porte chiuse… E nella concitazione il Cannara è in nove per il rosso per proteste a Mattia. Poi la palla ricomincia a correre, e di nuovo la fortuna volta le spalle al Grassina: 96’, punizione dal limite per gli umbri, il tiro di Moracci trova il tocco di Torrini, Cecchi non riesce a salvare. Due a due. Fischio finale.

E’ difficile pensare cosa possa passare nella mente dei giocatori dopo una beffa così. Però possiamo dire cosa sia passato nella nostra, di mente: il Grassina ha sfornato una prestazione tutta coraggio e attributi. E da qua si riparte, per davvero.