... con Riccardo Franchi neo Allenatore dell' Arezzo FA

Riccardo Franchi : "Ho tanto entusiasmo, stiamo lavorando bene e quindi ci sono tutte le carte in regola per divertirsi. Pianaccioli, allenatore dei portieri ? Per noi è un valore aggiunto".
20.06.2020 21:49 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: La Redazione di Sport a Km 0
... con Riccardo Franchi neo Allenatore dell' Arezzo FA

Ciao Riccardo, iniziamo con i complimenti. Il presidente Zerbini ti ha offerto una grande opportunità a testimonianza della piena fiducia che nutre nei tuoi confronti, affidandoti la prima squadra.

Ciao Antonio, grazie innanzitutto per i complimenti. Devo sicuramente ringraziare il presidente per l’opportunità che mi ha dato. Dovrò esser bravo a sfruttarla nel miglior modo possibile, ho tanto entusiasmo e stiamo lavorando bene fin dall’inizio, quindi ci sono tutte le carte in regola per divertirsi.

Il campionato di Prima Categoria è una bella realtà, una bella scommessa tutta da vivere e da vincere.

E’ un campionato molto difficile, ci sono realtà importanti con altissime ambizioni. Noi iniziamo quest’anno questo nuovo progetto, con tanti stimoli e con l’idea di poter far bene. Stiamo valutando attentamente i profili che potranno fare al caso nostro, dobbiamo sbagliare il meno possibile e farci trovare pronti fin da subito.

Nell’iniziare questa nuova esperienza il tuo staff tecnico viene riconfermato in pieno vero?

Esattamente, le figure tecniche che mi hanno accompagnato lo scorso anno saranno al mio fianco in questa nuova sfidante annata. Già lo scorso anno si era creato un ottimo legame, sono certo che in questa stagione si rafforzerà ulteriormente. Amatucci è una persona straordinaria, in possesso del patentino UEFA C, mi aiuterà praticamente in tutto. Beoni è il preparatore atletico, è molto stimato dalla squadra, ragazzo preparato e serio. Pianaccioli, allenatore dei portieri, faceva già parte della prima squadra lo scorso anno e sono sicuro sarà un valore aggiunto per il nostro staff.

Adesso al lavoro per potenziare il tuo gruppo, ma in questo momento, per te, quanto è importante puntare sui giovani.

Credo che una squadra per far bene debba avere un giusto mix di giovani e di giocatori con maggior esperienza. Vengo da tre stagioni nella categoria juniores, mi sono legato calcisticamente ad alcuni ragazzi che mi hanno dimostrato serietà e che sono pronti ad affrontare un campionato di prima categoria. Punto molto sui ragazzi giovani, purché abbiano la voglia e l’entusiasmo di affrontare un campionato importante.

Sostanzialmente il tuo Arezzo FA come te lo immagini.

Mi immagino un gruppo unito in campo e fuori. Una squadra tosta, che non perda di mira l’obiettivo e competa con concentrazione e carattere. Spero di conquistare la fiducia del gruppo e di trasferire loro la mia idea di calcio. Sarà una compagine varia e completa, pronta ad affrontare ogni avversario che si presenti con forza e tenacia. Questo è l’Arezzo FA che mi auspico.