Clamoroso: l'Aglianese esonera Iacobelli!

14.10.2019 14:32 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: almanaccocalciotoscano.it
Clamoroso: l'Aglianese esonera Iacobelli!

La società Aglianese Calcio 1923 comunica di aver esonerato Agostino Iacobelli dall'incarico di allenatore della prima squadra. «Ringraziamo mister Iacobelli per l'impegno dimostrato in questi dodici mesi in neroverde e per i risultati raggiunti - afferma il presidente Gabriele Giusti - gli auguriamo il meglio per il prosieguo della carriera, ma crediamo che sia arrivato il momento di cambiare.

Siamo al lavoro per identificare il suo successore e a breve ufficializzeremo il nome della nuova guida tecnica». Contestualmente, la società intende esprimere il proprio disappunto alla luce di una serie di decisioni arbitrali che in questa prima parte di campionato ne hanno fortemente condizionato i risultati. Le due espulsioni per doppia ammonizione, il rigore dubbio e la rete del pareggio, anch'essa molto dubbia, convalidata dal collaboratore del direttore di gara a tempo abbondantemente scaduto della partita di domenica 13 ottobre contro il Gavorrano, costringono la dirigenza a intervenire con fermezza. «Siamo stanchi di questa situazione - dichiara Giusti - fino ad oggi avevamo sorvolato su una serie di decisioni a noi sfavorevoli, ritenendoli sulle prime dei semplici episodi che nel calcio possono capitare. Ma dopo la partita di ieri non siamo più disposti a tacere, troppi indizi fanno più di una prova. A San Giovanni Valdarno, in casa con l'Albalonga, a Cannara e ieri a Gavorrano siamo stati fortemente penalizzati, sono almeno quattro i punti che ci mancano in classifica. Non siamo noi a dirlo, ci sono le immagini a testimoniarlo». «Non vogliamo che nessuno ci regali nulla - prosegue il presidente neroverde - tuttavia esigiamo quel rispetto che finora nei nostri confronti è mancato in troppe occasioni. Gli sforzi economici della nostra società sono gli stessi che compiono le altre, anche per alzare il livello qualitativo della serie D. Ma se il livello arbitrale è questo, allora siamo portati a pensare che forse non vale la pena stare in un campionato così. Se la situazione non cambierà, siamo pronti a prendere decisioni spiacevoli ma inevitabili».