... con Andrea Laurenzi, Allenatore Cortona Camucia

Andrea Laurenzi al microfono di Stefano Bertini:"La squadra sta bene, abbiamo lavorato bene. Adesso alleggeriremo i carichi di lavoro".
19.09.2019 20:16 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: Stefano Bertini
... con Andrea Laurenzi, Allenatore Cortona Camucia

Andrea Laurenzi, dopo due giornate di campionato, traccia un primo bilancio di questa primissima parte di stagione al microfono di Stefano Bertini.

- Vittoria in Coppa, sconfitta all' esordio in Campionato e sonante vittoria alla seconda giornata: qual' è, secondo te, il vero Cortona Camucia?

_ Il Cortona Camucia è una squadra che ha cambiato diversi giocatori, con un allenatore nuovo e sono pochi mesi che siamo insieme, quindi è normale che la squadra sia ancora un po’ un cantiere aperto, che ancora non ha una sua identità fissa. Quindi, ci può stare che facciamo delle cose buone ed altre meno buone, però sono contento che la squadra si metta a disposizione e creda in quello che gli chiedo. Sono convinto che presto riusciremo ad avere un Cortona Camucia con un’ identità forte e molto più lineare senza quegli alti bassi che possono portare a fare alcune cose bene, altre meno bene.

- Cosa è cambiato dall' esordio sfortunato a Gaiole alla goleada con l' Asta?

_ A Gaiole abbiamo incontrato una squadra forte che, a mio parere, è un’ ottima squadra con molti elementi che giocano insieme da tempo e da quest’ anno con l’ inserimento di un paio di giocatori importanti. Era un campo ostico, anche se la sconfitta è scaturita da un nostro errore sul loro goal, un errore più individuale che di squadra e, purtroppo, ci hanno puniti. Era una partita in cui ci poteva stare anche il pareggio. La prima di campionato, poi, è sempre un po’ particolare, e trovando anche una squadra ostica come la Chiantigiana ci può stare anche la sconfitta. Invece, domenica con l’ Asta, siamo cresciuti e siamo stati anche più bravi a sfruttare i loro errori e siamo riusciti a creare molto di più.

- Come tutti gli anni, si preannuncia un campionato equilibrato. Quali sono, secondo te, le candidate ad un campionato di vertice?

_ Sono diversi anni che il Campionato di Promozione, e non solo, si è livellato verso l’ alto. Ci sono un lotto di squadre che saranno in lotta per il Campionato e per i play – off, ma come tutti gli anni ci saranno sorprese sia nella parte alta che in quella bassa della classifica. Sarà un campionato tosto.

- Domenica, arriva il San Quirico, battuto in Coppa, ma che ha appena cambiato allenatore. Cosa pensi di questa squadra e del nuovo Mister Testini?

_ Domenica, sarà una partita particolare. Ci abbiamo già giocato contro, ma sono passate tre settimane e le condizioni fisiche sono differenti. Poi, cosa importante, è cambiato l’ allenatore ed avranno idee diverse di calcio, quindi non ci possiamo basare sul match di Coppa. Per Enrico, poi, sarà un ritorno in una parte di calcio dove ha fatto cose ottime, quindi sarà una partita particolare. Anche nella nostra squadra ci sono giocatori che sono stati con lui. E’ una partita nella partita, ci dobbiamo preparare molto bene perché sarà un match insidioso, Enrico è un allenatore che prepara bene le partite, quindi bisognerà stare attenti e fare una grossa prestazione per arrivare ai tre punti, altrimenti sarà molto difficile fare risultato pieno.

- Com'è stato l' inserimento dei nuovi arrivi?

_ I nuovi arrivi si stanno inserendo bene, seguono quello che gli chiedo, si stanno impegnando, si mettono a disposizione, sono entrati bene nel gruppo e vedo una buona armonia fra nuovi e vecchi che ho trovato che erano qui già da qualche anno. Ho trovato massima disponibilità da tutti e questo non può fare altro che piacere.

- Com' è la situazione complessiva della squadra?

_ La squadra sta bene, a parte qualche piccolo acciacco come è normale che sia in questo periodo dell’ annata, ma non dovremmo avere problemi con nessuno e dovremmo avere la rosa al completo. Abbiamo lavorato bene, magari adesso alleggeriremo i carichi, però nel complesso la sta squadra sta bene.