... con Domenico Padelli DS dell' ASD Rassina

Domenico Padelli : " I programmi? bisogna parlare con la Dirigenza e valutare il da farsi".
05.04.2020 11:47 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: Ufficio Stampa ASD Rassina
... con Domenico Padelli DS dell' ASD Rassina

Prima volta che il ds del Rassina si trova ad interrompere la stagione anticipatamente. I precedenti risalgono al 1966 quando in veste di giocatore,in prestito dal Subbiano al Rassina, fu costretto a finire il campionato anticipatamente con la sua squadra che era in testa alla classifica.  

SEI TORNATO AL RASSINA DOPO TANTI ANNI E IL CAMPIONATO SI È FERMATO. CI SONO COINCIDENZE CON IL PASSATO?  

" Sembrerebbe di sì anche se in realtà la situazione è completamente diversa. Ricordo che nel 1966  passai in prestito dal Subbiano al Rassina per giocare con la squadra juniores. Facemmo un campionato importante perché eravamo  in testa alla classifica ma non abbiamo potuto concludere la stagione in quanto l' Arno straripò e praticamente portò via il  campo dove si giocava e quindi non siamo più riusciti a concludere la stagione che sino a quel momento avevamo dominato".

QUINDI SEI TU CHE PORTI SFORTUNA?  

" Ci ho pensato ma non credo! Questi eventi purtroppo sono talmente universali che non si possono addebitare a scaramanzie di alcun tipo. Mi auguro che tutto finisca il prima possibile e che questa strage dell' umanità  non precluda poi alla possibilità che le persone ritrovino il lavoro e l'energia positiva per ripartire".    

TORNANDO ALL' ASPETTO CALCISTICO, IL CAMPIONATO DELLA PRIMA SQUADRA SI È INTERROTTO NEL MOMENTO PIÙ BELLO...      

" Io non l' ho mai detto ma la condizione fisica ottimale dei nostri ragazzi faceva pensare ad una parte finale di stagione in grande crescita rispetto alle nostre avversarie e quindi questo fermo forzato ci ha sicuramente danneggiato. Il nostro trend è stato esaltante d sono sicuro che avrebbe potuto continuare anche in considerazione di una salute psicofisica ottimale che lasciava ben sperare".

SECONDO TE COME ANDRÀ A FINIRE?

" Se diminuisce il contagio potrebbero far giocare a giugno ed a luglio ma da verificare se si disputeranno le ultime partite del campionato o se invece opteranno per una soluzione mirata alla disputa di play off e play out. C' è anche chi vedrebbe di buon grado una soluzione diversa , per la verità quasi fantascientifica con il campionato che riprenderebbe a settembre  con la disputa delle parte mancanti che sostituirebbero in pratica le tante amichevoli di quel periodo. Poi dopo un b Eve stop, la ripresa con la nuova stagione. Staremo a vedere!".  

COSA TI MANCA DI PIÙ?  

" La libertà! Siamo nati in un paese libero e la libertà è davvero importante. Speriamo che prima possibile ci venga restituito il diritto di muoverci come vogliamo anche se quando si vedono tutti questi morti, ti mette davvero paura".    

SEI GIÀ AL LAVORO COME DS?  " Io sono già al lavoro per la prossima stagione ma non dipende da noi quale sarà il destino. Importante salvare la pelle!".

HAI GIÀ GENTE DA CONTATTARE?  

" Bisogna parlare con la dirigenza e sentire quali sono i programmi. Questa situazione purtroppo porterà ad un ridimensionamento complessivo e temo che ci  dovremo preparare ad uno scenario che ci vedrà andare indietro di 30 anni se va bene. È un momento critico e quindi bisognerà vedersi tutti insieme,fare il punto della situazione e poi gestire il tutto di conseguenza. Approfitto per fare un saluto a tutti nella speranza di potersi rivedere presto in un campo di calcio".