Montevarchi vs Pianese 2 - 1

18.01.2021 14:21 di Antonio Bruno   Vedi letture
Fonte: Il Montevarchi Bryan Piovosi
Montevarchi vs Pianese 2 - 1

Aquila Montevarchi-Pianese 2-1

AQUILA MONTEVARCHI: Giusti A., Giustarini (87° Bruschi), Amatucci, Frugoli, Biagi, Cela, Gistri (87° Calosci T.), Tozzuolo, Lischi, Jallow, Donati. A disp.: Marziano, Landini, Tacchini, Senzamici, Stauciuc . All.: Malotti Roberto

PIANESE: Wroblewski, Ambrogio, Chinnici (82° Lepri), Gagliardi (24° Misimovic), Bernardini, Simeoni, Marino (88° Mengali), Kondaj, Arras, Zini (49° Vai), Remorini. A disp.: Sorzi, Folino, Islamaj, Tampwo. All.: Pagliuca Guido

ARBITRO: Vincenzo D'Ambrosio Giordano di Collegno

RETI: 17° Simeoni, 70° Jallow, 78° Frugoli

NOTE: Ammoniti Lischi, Donati, Ambrogio, Bernardini, Arras, Sabatini.

Era importante tornare a vincere dopo il mezzo passo falso di Sinalunga e il Montevarchi non ha fatto attendere troppo. Il 2-1 dei rossoblù sulla Pianese ha consegnato la quarta vittoria interna su altrettante gare disputate al Brilli Peri, testimoniando ancora una volta l’abilità e l’attitudine dei ragazzi di Malotti agli spazi ampi che il nostro stadio può regalare. L’Aquila ha centrato i tre punti giocando un ottimo secondo tempo dopo una mezz’ora iniziale con il freno a mano tirato difronte a una Pianese in forma e capace di far male con Simeoni già dopo quindici minuti.

Nei minuti seguenti non arriva la reazione locali, pochi i tentativi verso la porta dei bianconeri, ieri in tenuta gialla; solo nel finale di frazione si è cominciato ad intravedere qualche trama classica del Montevarchi, preludio ad una ripresa arrembante.

Il secondo tempo si apre senza sostituzioni, la Pianese sembra controllare, anche dopo i tentativi di Biagi, Amatucci e Fruogoli, ma al 25° arriva il pareggio aquilotto, Borghesi, neo entrato e subito nel vivo del gioco, lancia perfettamente sulla corsa Jallow che supera il portiere della Pianese in uscita. L’Aquila ora ha in mano le redini del gioco e l’inerzia della partita, gli ospiti sono costretti ad arretrare e a ripartire, raramente, solo di contropiede, peraltro senza impensierire più di tanto un’inedita linea difensiva composta da Lischi, Gistri e il neo arrivato Tozzuolo, buonissima la prova di tutti.

Al 37º l’episodio che costringe l’arbitro ad assegnare il calcio di rigore al Montevarchi. Il fallo di mano dell’ex Bernardini è visto dal fischietto di Collegno, dal dischetto va Frugoli che non sbaglia portando l’Aquila sul 2-1 e tornando al goal dopo il digiuno che durava da Foligno. Nonostante i tentativi degli amiatini nel finale, i pericoli sono ben amministrati da Giusti, bravo anche nel primo tempo in uscita, e dalla difesa e il Montevarchi può festeggiare una vittoria fondamentale contro una delle squadre tecnicamente più forti del girone.

Torniamo al quinto posto momentaneo con due gare da recuperare ed un attacco che continua a segnare a raffica; peccato per le reti subite, troppe, il cleansheet ancora manca. Una vittoria per l’indimenticabile presidente Vasco Farolfi, scomparso 25 anni fa e ricordato oggi con lo storico striscione posto nella curva a lui dedicata e con i cori dei tanti tifosi posti al di fuori del recinto di gioco che non hanno fatto mancare l’appoggio alla squadra anche in questa domenica particolare per i colori rossoblù.